Venerdì, 22 Ottobre 2021
Attualità

I boss britannici della droga fanno pace con la ‘Ndrangheta. Anche grazie alla Brexit

Londra è diventata un importante centro di riciclaggio per la mafia calabrese. Che in cambio sta aprendo le porte del mercato della cocaina alle gang del Regno Unito

Il mercato della droga nel Regno Unito è in crescita. E questo anche grazie alla "pax mafiosa" tra le gang britanniche e l'organizzazione criminale considerata leader in Europa per i traffici di cocaina, la 'Ndrangheta. Stando a un report degli esperti della Nca, l'agenzia anticrime del governo di Londra, i boss d'Oltremanica avrebbero stretto un accordo con la mafia calabrese per rafforzare la cooperazione proprio nel commercio della polvere bianca. Un accordo che sarebbe stato favorito dalla Brexit.

La ‘Ndrangheta e l’Inghilterra

Nel suo report, l’Nca cita una serie di indagini che hanno permesso di scoprire come le gang inglesi stiano trasportando sempre più grandi partite di cocaina negli stessi container della mafia calabrese, in modo da condividerne la logistica. Ma non solo: alcuni dei 1.716 gruppi criminali organizzati del Paese acquistano cocaina direttamente dai cartelli sudamericani utilizzando intermediari o fonti della 'Ndrangheta, e grazie alle connivenze di funzionari corrotti nei porti di Rotterdam in Olanda e di Anversa in Belgio, diventate due delle principali porte di ingresso della cocaina in Europa. 

Come riporta il Guardian, questa collaborazione potrebbe essere alla base dell’aumento del traffico di cocaina registrato di recente nel Regno Unito. Fino a qualche anno fa, il crimine oganizzato made in Uk non aveva una grande rilevanza a livello mondiale, ma da qualche anno il suo raggio di azione si starebbe espandendo sempre di più proprio grazie a questa collaborazione con la 'Ndrangheta. Tra gang britanniche e mafia calabrese si sarebbe instaurato un rapporto di mutuo interesse. Nel 2019, l’Antimafia italiana ha scoperto che la ‘Ndrangheta riciclava miliardi di sterline attraverso le banche inglesi. Il colonello Claudio Petrozziello della Guardia di Finanza ha dichiarato al Guardian che i clan calabresi non hanno alcun interesse a controllare il territorio britannico, a loro interessa solo lo sfruttamento del sistema finanziario. E ad alimentare questo sodalizio criminale potrebbe aver contribuito la Brexit.

La Brexit

Secondo gli esperti, infatti, l’uscita del Regno Unito dall’Ue avrebbe semplificato la vita al crimine organizzato. Il nodo centrale sarebbe l'addio di Londra all’Europol, che starebbe avendo un impatto sulla cooperazione tra la polizia britannica e le forze dell'ordine dei vari Paesi Ue. La Commissione europea ha spiegato che  "dalla fine del periodo di transizione il 31 dicembre 2020, il Regno Unito non ha più accesso al sistema di informazione Europol e al sistema che consente agli Stati membri di cercare i dati" in un database comune. 

Per quanto Londra si sia più volte detta disposta a continuare la cooperazione con l’Europa in materia di giustizia e sicurezza, le cose stanno andando in maniera diversa. L’Independent riporta che i problemi legati a questo tipo di cooperazione sono molteplici. In primo luogo, vi sono grandi differenze nelle procedure legali e di polizia europee e britanniche. In secondo luogo, l’Ue appare molto diffidente nei confronti della legislazione britannica sulla protezione dei dati. Inoltre, la Brexit mette fine al mandato d’arresto europeo, che permetteva l’estradizione veloce, e all’ordine di indagine europeo, che permette di richiedere alla polizia di un altro Stato di effettuare una determinata indagine.

Il procuratore nazionale antimafia italiano, Federico Cafiero De Raho, si è detto preoccupato della Brexit: "Quando il Regno Unito faceva parte dell'Unione europea, ha beneficiato di un'efficace condivisione dei dati nella lotta contro il crimine organizzato - ha detto al Guardian - Ora che ha lasciato l'Ue, i problemi cominceranno a emergere. Londra non sarà assente, ma le cose cambieranno e anche la migliore cooperazione post-Brexit sarà meno efficace che all'interno dell'Ue". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I boss britannici della droga fanno pace con la ‘Ndrangheta. Anche grazie alla Brexit

Today è in caricamento