Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

"Budapest in quarantena". La fuga di notizie non piace a Orban: youtuber arrestato

Succede in Ungheria, dove un giovane è finito in manette per aver annunciato in un video la presunta imminente chiusura della Capitale per via dell'epidemia di coronavirus

In un video pubblicato su Youtube, sostiene che la Capitale verrà messa a breve in quarantena per contrastare l'epidemia di coronavirus. Uno scoop non ancora confermato dalle fonti ufficiali di sicurezza. Le quali, a dirla tutta, non l'hanno presa benissimo: hanno fatto irruzione in casa del giovane che ha pubblicato il video e lo hanno arrestato con l'accusa di procurato allarme. Oltre a deunciarlo per la detenzione di 5 grammi di droghe leggere.

E' successo a Budapest in Ungheria. Autore del video un addetto alla sicurezza di un hotel della città, tale Szabolcs J. Levente, che nel tempo libero pare dilettarsi come blogger. L'ultimo suo post, pero', gli è costato caro: il Dipartimento nazionale contro il cybercrimine lo ha segnalato alla polizia per il video sulla presunta imminente messa in quarantena della Capitale. Cosa effettivamente palusibile, visto che in Ungheria i casi di coronavirus sono in aumento e il premier Viktor Orban dovrebbe chiudere scuole e uffici pubblici a partire dal 16 marzo.

Ma guai ad anticipare mosse del governo in materia di sicurezza pubblica, almeno in Ungheria. Se in Italia abbiamo assistitito, almeno nei primi giorni di emergenza, a fughe di notizie, il governo guidato da Orban sta già usando il pugno duro contro questi rischi: "La polizia invita alla moderazione e a comportamenti responsabili. Si devono seguire solo le direttive del governo ed essere informati da fonti credibili", si legge sul sito del governo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EuropaToday è in caricamento