rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Nuova ondata / Francia

In Francia potrebbe tornare il Green pass per i viaggi

La prima ministra Elisabeth Borne ha presentato al Consiglio dei ministri un nuovo progetto di legge sull'emergenza sanitaria

Con la ripresa dell'epidemia di Covid-19, l'esecutivo francese ha evocato la possibilità di reintrodurre il Green pass, ma solamente per i viaggi. La prima ministra Elisabeth Borne ha presentato al Consiglio dei ministri un nuovo progetto di legge sull'emergenza sanitaria che apre a questa possibilità.

La bozza sarà esaminata da lunedì prossimo all'Assemblea nazionale. "Permetterà di estendere alcune disposizioni assolutamente essenziali per affrontare la continua epidemia di Covid-19 nel nostro Paese", ha spiegato l'ex Ministro della Salute e portavole del governo Olivier Véran al termine del Consiglio dei ministri. "D'altra parte, tutte le altre misure per combattere l'epidemia non fanno più parte di questo disegno di legge", ha continuato. Pertanto, il testo non prevede l'estensione oltre il 31 luglio della possibilità di ristabilire lo stato di emergenza sanitaria, né un pass sanitario o vaccinale per limitare l'accesso a determinati luoghi o raduni. A partire da questa data, "se la situazione lo richiedesse, cioè in caso di una nuova variante, ad esempio, di poter ristabilire un sistema di pass, ma un pass alle frontiere o tra il territorio metropolitano e i territori d'oltremare", ha continuato Véran.

Inoltre, gli archivi informatici del SI-DEP (risultati dei test di screening) e del Si-VAC (vaccini) saranno mantenuti fino al 31 marzo del prossimo anno. "Non possiamo permetterci di smettere di monitorare la circolazione del virus, ha spiegato l'ex-ministro della Salute.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Francia potrebbe tornare il Green pass per i viaggi

Today è in caricamento