Non solo applausi, la Francia promette aumenti "significativi" a medici e infermieri

Il premier Philippe parla della necessità di un “cambio di passo” dopo l'emergenza coronavirus per migliorare il sistema sanitario nazionale

Medici in un ospedale francese - Foto Ansa PA/CHRISTOPHE PETIT

Non basta più chiamarli angeli, eroi, o dedicargli degli applausi collettivi. I medici, gli infermieri e tutti gli operatori sanitari vanno ricompensati per il loro duro lavoro con degli aumenti.

Le promesse

È questa la promessa che la Francia di Emmanuel Macron ha fatto a coloro che hanno combattuto in prima linea la battaglia contro la pandemia di coronavirus. "Posso dire senza ambiguità che l'aumento sarà significativo", ha annunciato il primo ministro Edouard Philippe in un discorso all'avvio del "Segur de la Santé", gli stati generali sulla Sanità che dureranno sette settimane nelle quali ci saranno consultazioni con gli addetti del settore. La crisi sanitaria provocata dal coronavirus deve portare a un cambiamento "di ritmo" nel sistema sanitario francese, ha detto Philippe. Finora "abbiamo cominciato a privilegiare la qualità delle cure invece delle logiche contabili, la cooperazione tra medici di base e ospedale”, ha ricordato il premier promettendo che “il governo rimarrà all'ascolto per completare questi grandi orientamenti".

Le proteste

Durante la crisi, ha rivendicato Philippe, il sistema sanitario nazionale "non ha mai fallito", per questo "i francesi possono essere fieri dei loro funzionari, del loro ospedale pubblico". Ma i problemi per chi stava in prima linea non sono stati pochi. Per questo negli ultimi mesi negli ospedali francesi sono state messe in atto proteste e sciopero per chiedere maggiori retribuzione e di porre fine alla carenza di personale. A febbraio circa 1.300 medici hanno rassegnato simbolicamente le dimissioni come forma di pressione sul governo contro i vincoli di bilancio e l'aumento della burocrazia.

Spesa alta, stipendi bassi

Con l'11,2% del Pil, la spesa sanitaria della Francia è tra le più alte del mondo, superata solo da paesi come in Svezia e Germania, secondo gli ultimi dati dell'Ocse. Nonostante questo lo stipendio di un'infermiera è pari a 1.500 euro, uno dei più bassi dei Paesi economicamente più avanzati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento