Anche la Francia in guerra con Huawei: sarà esclusa dal 5G dal 2028

Altro duro colpo per il gigante del digitale cinese dopo l'esclusione dalle infrastrutture britanniche deciso dal governo di Boris Johnson

Dopo il Regno Unito anche la Francia ha deciso di escludere la Huawei dalla sua rete 5G. Le autorità del Paese hanno detto agli operatori di telecomunicazioni che intendono acquistare apparecchiature dal colosso del digitale cinese che dal 2028 le licenze, una volta scadute, non saranno rinnovate, eliminando così di fatto l'azienda dalle infrastrutture per le reti mobili.

Secondo quanto riporta la Reuters, citando ben tre fonti dell'agenzia di sicurezza informatica ANSSI, la decisione al momento non è ancora stata è stata resa pubblica ma solo perché "la posizione della Francia è simile a quella della Gran Bretagna, ma la comunicazione del governo è diversa", ha detto una delle fonti all'agenzia, aggiungendo che l'azienda cinese "non può fare molto al riguardo", per evitare il bando. Da tempo gli Stati Uniti di Donald Trump affermano che le attrezzature della compagnia potrebbero essere utilizzate dal governo cinese per lo spionaggio, un addebito sempre negato da Huawei e Pechino, e stanno facendo pressioni sui suoi alleati per bandirla dai loro mercati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Quello di della Francia di Emmanuel Macron sarebbe un cambio di rotta che avrebbe conseguenze pesanti per la Huawei che si ritroverebbe esclusa da due importantissimi mercati europei. A gennaio il governo di Boris Johnson aveva annunciato i nuovi piani per tutelare la sua rete di telecomunicazioni, nei quali permetteva a Huawei di prendere parte, seppur con un ruolo limitato, alla realizzazione delle infrastrutture 5G nel Regno Unito. Ma la settimana scorsa le autorità britanniche hanno drasticamente rivisto la propria politica annunciando che l'acquisto di nuove apparecchiature in 5G prodotte dall'azienda cinese sarà vietato dopo il 31 dicembre 2020 e che tutte le attrezzature Huawei saranno rimosse dalle reti di nuova generazione entro la fine del 2027. Per Londra si tratta di una decisione costosa e il Segretario di Stato britannico per il Digitale, Oliver Dowden, ha ammesso che il provvedimento comporterà "un ritardo complessivo dai due ai tre anni all'implementazione del 5G nel Paese e ulteriori costi fino a 2 miliardi di sterline".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • Per fermare il coronavirus in Galizia vietato anche fumare per strada

  • Svedesi via da casa a 17 anni, italiani a 30. Ma in Ue c'è chi è più "mammone" di noi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento