menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Finlandia dice addio alla svastica: per un secolo è stata il simbolo delle sue forze aeree

L’emblema portafortuna della cultura indiana era stato scelto per rappresentare l’Aeronautica dello Stato scandinavo ben prima dell’ascesa di Hitler. Solo oggi Helsinki ha deciso di voltare pagina

La svastica come emblema militare e logo dell’Aeronautica finlandese non ha mai avuto nulla a che fare con la Germania nazista, nonostante le due nazioni europee fossero alleate per la gran parte del secondo conflitto mondiale. Eppure in tanti vedevano quel simbolo, ancora presente nel 2020 su uniformi e decorazioni, decisamente inappropriato. Forse anche per questo motivo che la decisione di Helsinki di pochi giorni fa di rimuovere tutte le svastiche delle insegne militari del Paese è stata presa senza alcun annuncio ufficiale. Il controverso simbolo verrà rimpiazzato da un'aquila gialla.

Il simbolo militare

L’accademico Teivo Teivainen dell'Università di Helsinki è stato il primo a rilevare il cambiamento, secondo quanto racconta la Bbc. L'Aeronautica militare finlandese aveva adottato la svastica nel 1918, poco dopo che il Paese scandinavo aveva raggiunto l'indipendenza e molto prima che le idee del nazismo si diffondessero in Germania. Fino al 1945 sugli aerei finlandesi era in bella vista una svastica blu su uno sfondo bianco, i colori della bandiera nazionale. 

L'arrivo della svastica in Finlandia

La svastica entrò nell'Aeronautica finlandese attraverso un nobile svedese, il conte Eric von Rosen. Von Rosen aveva regalato un aereo all'Aeronautica militare finlandese nel 1918, con una svastica dipinta di blu. L’aristocratico considerava il simbolo come un portafortuna. Successivamente tutti i mezzi dell'aeronautica militare finlandese continuarono a usare il simbolo, che solo anni dopo fu associato all'antisemitismo dopo che Hitler lo adottò per il partito nazista.

Le origini del simbolo

La parola svastica deriva dal sanscrito e significa benessere o fortuna. È stata usata per migliaia di anni nelle culture indiane e in tutto il mondo ed è diventato un simbolo alla moda in Occidente all'inizio del XX secolo. Tuttavia, nel 1920 Adolf Hitler adottò la svastica per il suo partito nazionalsocialista, che salì al potere il decennio successivo in Germania. I crimini del regime di Hitler hanno poi fatto diventare la svastica il simbolo del nazismo e dell'antisemitismo per la maggior parte degli occidentali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Estate alle Maldive? Il Paese offrirà il vaccino ai turisti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento