rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
La svolta / Finlandia

Anche la Finlandia riconosce l'autodeterminazione di genere

Ottavo Paese europeo a concedere alle persone trans di cambiare il sesso registrato all'anagrafe senza bisogno di interventi chirurgici o diagnosi psicologiche. Amnesty: "Passo importante"

La Finlandia si unisce agli altri Paesi in Europa che hanno concesso il diritto all'autodeterminazione di genere. La cosiddetta 'legge trans' che concede di cambiare il proprio sesso registrato all'anagrafe senza bisogno di sottoporsi a un intervento chirurgico o a delle valutazioni psichiatriche, è stata approvata dal Parlamento con 113 voti favorevoli e 69 contrari .

"Con l'approvazione di questa legge, la Finlandia ha compiuto un passo importante verso la protezione dei diritti delle persone trans e il miglioramento delle loro vite e del loro diritto all'autodeterminazione", ha dichiarato Matti Pihlajamaa, consulente per i diritti Lgbt+ di Amnesty International Finlandia. Secondo la precedente legislazione finlandese un individuo doveva fornire una prova di infertilità prima di poter ottenere il riconoscimento legale del cambio di genere, una cosa che viola la Convenzione europea dei diritti dell'uomo afferma la Ong.

Se un violentatore trans mette in discussione l'autodeterminazione di genere

Con la nuova legge, il riconoscimento sarà disponibile per gli adulti su richiesta scritta dopo un "periodo di riflessione" obbligatorio di 30 giorni. "Sebbene questa nuova legge abbia un impatto enorme e positivo e fornisca un importante pilastro per la non discriminazione, è necessario fare di più", ha detto Pihlajamaa, sostenendo che "escludere i bambini dal riconoscimento legale del genere viola la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia".

Già in sette stati europei è possibile cambiare il proprio genere con una semplice autocertificazione: Spagna, Danimarca, Irlanda, Belgio, Portogallo, Norvegia e Svizzera. Anche la Scozia aveva approvato recentemente una riforma in questo senso, ma è stata bloccata da governo centrale di Londra che ha posto il suo veto. Nella nazione ha poi fatto molto discutere il caso di Isla Bryson, una donna trans condannata per aver violentato due donne prima della sua transizione, quando era ancora Adam Graham. Dopo la condanna definitiva la donna è stata trasferita dal carcere femminile in cui si trovava in quello maschile, mettendo di fatto in discussione il principio stesso dell'autodeterminazione.

In Italia il cambio legale di genere è legato ancora a una legge del 1982 secondo cui è necessaria la 'rettificazione chirurgica' del sesso ma di fatto grazie a due sentenze della Corte di Cassazione e una della Corte Costituzionale oggi basta accompagnare la richiesta di cambio di genere al parere di un esperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche la Finlandia riconosce l'autodeterminazione di genere

Today è in caricamento