rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Attualità

A processo per omicidio falso medico che mutilava i genitali: “Clienti erano consenzienti”

In Germania un elettricista si spacciava per dottore esperto di pratiche sadomasochiste estreme. Ma uno dei suoi clienti è morto

Si spacciava per un medico, e forte di questa sua finta competenza praticava una forma estrema di sadomasochismo, ossia la mutilazione dei genitali. Grazie ai primi introiti, l'uomo, che in realtà è un elettricista, è riuscito a ripagare una serie di debiti. Ma il suo ultimo cliente è morto dopo che l’operazione non è andata a buon fine e ora è accusato di omicidio.

Nel corso del processo, che si è aperto in questi giorni in Germania, l'imputato ha ammesso di aver tagliato i testicoli di almeno otto uomini, ma si è difeso sostenendo che si trattava di "operazioni" fatte con il consenso del cliente. L’uomo, il cui nome non è stato rilasciato per motivi di privacy, è un elettricista tedesco di sessantasei anni, e durante la prima audizione del processo al tribunale regionale di Monaco di Baviera, ha dichiarato di aver effettuato tutte le operazioni su richiesta degli uomini, spiega Euronews. Il sessantaseienne ha spiegato di aver inizialmente offerto servizi sessuali su siti web sado-masochistici al fine di guadagnare denaro per pagare i debiti. Più tardi, l'uomo ha ampliato il suo repertorio eseguendo operazioni sul tavolo della sua cucina facendo credere alle sue vittime di essere un professionista medico qualificato.

L'ultima castrazione è stata però fatale: il cliente è morto a pochi giorni di distanza dall'operazione. Il suo corpo è stato trovato tre settimane dopo in una scatola e l’aguzzino è accusato di omissione di soccorso. L'anziano elettricista sostiene che tra la morte e i suoi "servizi" non via sia però correlazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A processo per omicidio falso medico che mutilava i genitali: “Clienti erano consenzienti”

Today è in caricamento