menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il divieto di burqa in Olanda è un fallimento: solo 4 multe in un anno

La norma chiesta a gran voce dalla destra anti-immigrazione e varata dal governo di Mark Rutte, è di fatto inapplicata da mesi. "E' una soluzione a un problema che non esiste", dicono gli esperti. E la polizia è d'accordo

Finora, a guardare i dati ufficiali dei Paesi bassi, il divieto di indossare il burqa nei luoghi pubblici si è risolto in un sonoro fallimento. La misura varata dal governo di Mark Rutte la scorsa estate, anche nel tentativo di rispondere alle pressioni della destra anti-immigrazione, ha ottenutonel 2020 zero multe e quattro richiami formali. E questo non perché le donne che lo indossavano siano improssivamente sparite dai uffici ministeriale o scuole dell'Olanda, ma perché la norma è praticamente inutilizzata.

A rivelarlo sono stati alcuni media olandesi, riporta 31mag, che hanno avuto accesso ai dati della Polizia. Dall'entrata un vigore della legge, le multe sono state appena 4, tutte a ridosso dell'ok definitivo del governo al divieto. Coincidenza che fa pensare a una mossa "pubblicitaria" da parte degli ufficiali pubblici per dimostrare il loro impegno verso le scelte dell'esecutivo. Del resto, polizia, personale ospedaliero e personale del trasporto pubblico avevano già avvisato Rutte che la legge sarebbe stato un buco nell'acqua: "Le priorità sono altre", era stato il coro quasi unanime dei sindacati di queste categorie. Lo stesso avevano sostenuto le amministrazioni di Amsterdam, Utrecht e Rotterdam.

Annelies Moors, professoressa di società musulmane, sostiene che il divieto è “una soluzione a un problema che non esiste”. Non ci sono cifre ufficiali, ma si stima che le donne interamente coperte dal burqa nei Paesi Bassi oscillino tra 200 e 400 su una popolazione di 17 milioni di abitanti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento