rotate-mobile
Lunedì, 8 Agosto 2022
La sentenza / Paesi Bassi

Diffondevano fake news sui pedofili: dovranno pagare 200mila euro di danni

In una città olandese cimiteri presi d'assalto per portare fiori a bambini che si credeva fossero stati uccisi da satanisti. Condannati i tre che hanno diffuso le false voci per primi

Avevano diffuso per anni teorie del complotto, su una setta di pedofili satanici che avrebbe compiuto omicidi rituali, un po' come le teorie che furono diffuse su Bibbiano o quelle di QAnon, e ora dovranno pagare ben 215mila euro di danni alle autorità locale. È accaduto nella città di Bodegraven nei Paesi Bassi, dove le voci incontrollate partite dalla rete e che hanno cominciato a circolare sempre con maggiore insistenza, hanno portato decine e decine di cospirazionisti ad andare a visitare il cimitero della città e a deporre fiori sulle tombe di bambini morti, causando orrore e dolore nei genitori e nella gente del posto.

Sono arrivate talmente tante persone che alla fine il Comune ha dovuto usare i suoi poteri di emergenza per vietare l'accesso al cimitero e introdurre una servizio di sicurezza permanente. Poi, come racconta DutchNews.nl, le autorità si sono rivolte a un tribunale per chiedere un risarcimento per sostenere tutti questi costi aggiuntivi. I tre responsabili della diffusione delle notizie infondate, Wouter R, Joost K e Micha K, che sono attualmente in carcere, sono stati condannati alla fine del processo a pagare la somma richiesta.

L'avvocato Cees van de Sanden, parlando all'emittente Nos ha sottolineato che il caso è unico nel suo genere, in quanto i cospirazionisti sono stati condannati a pagare i danni per aver rilasciato dichiarazioni illecite online. “Questo avrà un effetto preventivo" contro future campagne di fake news come questa, perché “le persone che se ne stanno in soffitta a fare commenti online dovranno ora rendersi conto che potrebbero vedersi presentare il conto delle loro parole", ha detto l'avvocato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diffondevano fake news sui pedofili: dovranno pagare 200mila euro di danni

Today è in caricamento