Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Fake news ed elezioni in Italia, il Pd chiama in causa la Commissione Ue

In una interrogazione, l'eurodeputato Danti chiede a Bruxelles di adottare misure concrete per scongiurare l'influenza della propaganda digitale organizzata da paesi terzi in vista delle prossime Politiche

La polemica sulla fake news tra M5s e Pd sbarca a Bruxelles. L'eurodeputato dei democratici, Nicola Danti, considerato molto vicino al segretario Matteo Renzi, ha presentato una interrogazione alla Commissione europea per chiedere di adottare misure concrete per scongiurare l'influenza della propaganda digitale organizzata da paesi terzi sulle prossime elezioni in Italia. 

“Le fake news - scrive Danti - costituiscono una seria minaccia in vista delle prossime scadenze elettorali in alcuni paesi, tra cui l'Italia e la Spagna". "Considerato - si legge nell'interrogazione al presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker - che nel corso delle indagini sul 'Russiagate', i consiglieri legali di Facebook e Twitter hanno ammesso che dal 2015 oltre un terzo dei cittadini americani avrebbero visto post generati da profili falsi legati alla Russia e che simili casi di interferenze da parte di attori esterni attraverso la rete potrebbero inoltre aver condizionato il risultato del referendum britannico e quello catalano", Danti chiede alla Commissione "quali misure specifiche intende adottare per arginare il fenomeno dilagante delle fake news e per impedire ulteriori tentativi di manipolazione dell'opinione pubblica europea e/o di ingerenza nella politica degli Stati membri da parte di soggetti statali o parastatali di paesi terzi, anche attraverso siti web o piattaforme online". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fake news ed elezioni in Italia, il Pd chiama in causa la Commissione Ue

EuropaToday è in caricamento