Domenica, 1 Agosto 2021
Attualità

Europol lancia Sirius, la piattaforma per le indagini online dei paesi Ue

I criminali si servono sempre più della rete e delle nuove tecnologie per portare avanti i propri affari. Ora le polizie dei diversi Stati membri hanno uno strumento in più per coordinare e facilitare il proprio lavoro

Il crimine si muove sempre di più in rete, utilizzando le nuove tecnologie per facilitare e migliorare il proprio giro di affari sporchi. Europol sta cercando di adattarsi ai cambiamenti del mondo per rispondere alle nuove sfide e per sostenere meglio le indagini degli Stati membri dell'Ue. Per questo l'ufficio europeo di polizia ha lanciato Sirius, una piattaforma web sicura per le forze dell'ordine, che consente loro di condividere le informazioni, le migliori pratiche e le competenze nel campo delle indagini delle forme di criminalità che si servono di internet, con particolare attenzione al terrorismo. Sirius “offre un nuovo approccio collaborativo fornendo agli investigatori una piattaforma per scambiarsi in modo rapido ed efficiente know-how, manuali e consigli, nonché strumenti che consentano loro di analizzare le informazioni ricevute dai diversi provider di servizi online”, rivendica Europol. La piattaforma affronta anche altre sfide nelle indagini penali, come snellire le richieste di informazioni ai fornitori di servizi online.

Sirius mira a promuovere il co-sviluppo di strumenti e soluzioni in grado di supportare le indagini in rete. A tal fine, Europol organizzerà una riunione biennale presso la sede centrale dell'Aja, che riunirà esperti di applicazione della legge nella programmazione informatica per sviluppare congiuntamente strumenti e soluzioni comuni.

Creata dall'impulso politico del Forum Internet europeo e dal lavoro della Commissione europea sull'accesso transfrontaliero alle prove elettroniche, la piattaforma Sirius è stata proposta come una soluzione pratica per affrontare la richiesta di un portale informativo e di supporto a livello europeo per le forze dell'ordine di tutti gli Stati membri. La riunione di partenza di Sirius, presso la sede di Europol, ha visto la partecipazione di oltre 100 professionisti provenienti da 30 Paesi e più di 60 organizzazioni diverse, tra cui le forze dell'ordine e le autorità governative negli Stati membri dell'Ue e partner terzi come i rappresentanti di Facebook, Google, Microsoft, Twitter e Uber.

“Questa riunione annuale di SIRIUS e gli eventi bi-annuali di codefest dimostrano l'impegno dell'Europol di essere all'avanguardia dell'innovazione per supportare indagini di criminalità facilitate da Internet”, dichiara l'agenzia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europol lancia Sirius, la piattaforma per le indagini online dei paesi Ue

Today è in caricamento