Oltre il 2% degli europei non ha un gabinetto in casa. 360mila gli italiani senza WC

Lo rivela l’Eurostat in occasione del World Toilet Day. Più della metà della popolazione mondiale non ha accesso a servizi igienici sicuri, mentre 673 milioni di persone sono ancora oggi costrette a fare i bisogni all’aperto

Foto archivio Ansa EPA/DANIEL NAUPOLD

“I bagni salvano vite”. Quello che potrebbe sembrare uno slogan divertente è in realtà un accorato appello rivolto dalle Nazioni Unite ai governi di tutto il mondo per combattere l’emergenza nascosta di chi non ha accesso a servizi igienici sicuri. La mancanza del WC espone infatti le persone alle malattie mortali contenute in feci e urine che, se non fatte scorrere già dallo sciacquone, possono trasformarsi in veri e propri “killer” per milioni di persone. Ancora oggi, oltre la metà della popolazione mondiale (4,2 miliardi di persone) non ha accesso a servizi igienici sicuri, mentre 673 milioni di uomini, donne e bambini sono costretti a fare i propri bisogni all’aperto.

Europei in stato di povertà

Avere accesso a un bagno in casa non è scontato nemmeno nell’Unione europea, dove nel 2018 il 2,1% della popolazione non aveva un WC in casa. Un fenomeno che coinvolge soprattutto i Paesi meno sviluppati del Vecchio Continente, a partire da Romania e Bulgaria dove rispettivamente il 27,7% e il 15,3% della popolazione non ce l'ha. Seguono nella triste classifica le tre repubbliche baltiche: Lituania (10,6% della popolazione senza WC), Lettonia (9,9%) ed Estonia (5,3%). Con lo 0,6% della popolazione senza gabinetto in casa, l’Italia si colloca tra i Paesi meno affetti dal problema, con “sole” 360mila persone che vivono senza accesso a un WC privato. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Toilets_2019-2

Il World Toilet Day

I dati sono contenuti nel rapporto Eurostat diffuso in occasione del World Toilet Day, giornata di sensibilizzazione istituita dalle Nazioni Unite. “Nessuno deve essere lasciato indietro”, recita la campagna dell’edizione 2019, nata con l’obiettivo di promuovere l'accesso ai servizi igienici sicuri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il film sui migranti di Rocco Siffredi vince l'Oscar del porno di Berlino

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Erdogan in mutande su Charlie Hebdo, la rabbia del presidente turco: "Canaglie immorali"

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento