menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bruxelles vuole una carta Ue contro il duopolio Visa-Mastercard

Al momento il Sepa permette pagamenti elettronici armonizzati, ma per prelievi e pagamenti ai terminali in tutta Europa è ancora necessario appoggiarsi ai colossi statunitensi

La Commissione europea vuole porre fine al duopolio delle carte Visa e Mastercard ed è intenzionata a presentare una strategia che possa permettere di usare i sistemi nazionali in tutta Europa senza dover più dipendere dai due colossi statunitensi per ritirare soldi ai bancomat o pagare ai terminali di negozi e locali.

La strategia Ue

In autunno la Commissione dovrebbe presentare una strategia volta a creare un "settore dei pagamenti al dettaglio innovativo, integrato e competitivo in Europa, per competere con le società globali", ha spiegato un funzionario europeo a Euractiv. Come racconta il giornale online al fine di spianare la strada alla legislazione, sarà presto avviata una consultazione pubblica. Il problema al momento è che a causa della frammentazione dei sistemi di carte nazionali, anche i più forti operatori europei offrono servizi che funzionano solo all'interno dei singoli Stati membri, ma non riescono a varcarne i confini. Di conseguenza, "devono collaborare con operatori internazionali più grandi che non sono europei”, come Visa e Masterdard appunto, “se vogliono offrire pagamenti paneuropei”, ha aggiunto il funzionario.

Il piano della Bce

Ad aprire la strada a questa rivoluzione è stata la Banca centrale europea che nel novembre 2018 ha lanciato il Tips, il servizio che permette i bonifici istantanei. In un report pubblicato lo scorso anno la Bce ha affermato che il Tips "potrebbe essere un modo per supportare l'interconnessione e l'interoperabilità dei sistemi di carte nazionali e, se fosse assicurata una copertura paneuropea completa, fornirebbe una possibile alternativa alla creazione di un sistema di carte europeo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento