Martedì, 26 Ottobre 2021
Attualità

L'Europa chiude le porte a Trump, il segretario di Stato Usa Pompeo annulla il viaggio a Bruxelles

Si susseguono le critiche dei leader Ue al presidente uscente che doveva incontrare anche il Segretario generale della Nato. Trasferta cancellata dopo l'ennesimo 'no' arrivato dal ministro degli Esteri del Lussemburgo, lo stesso che si scontrò con l'allora vicepremier Salvini

Il segretario di Stato americano, Mike Pompeo, ha cancellato ieri sera la sua ultima visita ufficiale in Europa prima di cedere il testimone all’amministrazione di Joe Biden. Il capo della diplomazia americana si è detto troppo impegnato nella “transizione regolare e ordinata da finalizzare nei prossimi 8 giorni”, ma il motivo dell’annullamento last-minute della trasferta a Bruxelles, programmata per le giornate di mercoledì e giovedì, sarebbe un altro. Pompeo non è infatti riuscito a fissare incontri né coi capi della diplomazia europea e tantomeno con i rappresentanti dei Governi nazionali, fatta eccezione per il Belgio. La goccia che ha fatto traboccare il vaso, secondo l’agenzia Reuters, sarebbe stato il ‘no, grazie’ arrivato anche dal ministro degli Esteri del Lussemburgo, Jean Asselborn, diventato famoso in Italia per un duro faccia a faccia con l’allora vicepremier Matteo Salvini

Trump sotto accusa

Pompeo avrebbe dovuto recarsi oggi nella capitale belga, per incontrare la ministra degli Esteri belga, Sophie Wilmes, e il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. L’incontro sarebbe dovuto servire a “sottolineare l'importanza duratura del partenariato transatlantico”. Diverse agenzie di stampa e testate hanno però fanno notare che la partenza di Pompeo avrebbe coinciso con il voto, programmato per oggi alla Camera dei rappresentanti Usa, dell’atto d'accusa nei confronti del presidente uscente Donald Trump per “incitamento alla violenza” nel giorno dei disordini al Campidoglio di Washington la scorsa settimana.

Il difficile rapporto con l'Ue

La testata Politico ricorda che “Trump ha trascorso gran parte del suo mandato denigrando gli storici alleati europei dell'America, rimproverandoli per le scarse spese militari e definendo l'Ue un nemico” messo su “per sfruttare gli Stati Uniti”. Pompeo ha avuto un rapporto altrettanto difficile con Bruxelles, ricorda ancora la testata specializzata in affari Ue, che cita un discorso del dicembre 2018 in cui il capo della diplomazia americana ha criticato il multilateralismo “come fine a se stesso” e ha difeso con passione il nazionalismo in stile Trump e il concetto di “sovranità” da anteporre all'ordine internazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Europa chiude le porte a Trump, il segretario di Stato Usa Pompeo annulla il viaggio a Bruxelles

Today è in caricamento