L'Europa alla conquista dello spazio: "17 miliardi per tecnologia e ricerca"

La richiesta del Parlamento Ue per fare del Continente una superpotenza spaziale. Salini (Fi): “In un ambiente geopolitico sempre più incerto, investire di più in questo settore è una priorità”

Il programma spaziale europeo deve essere rilanciato per mettere l'Europa tra i big mondiali del settore. La commissione Industria dell’Europarlamento ha approvato a larga maggioranza in testo che prevede tra le altre cose lo stanziamento nel settore di 16,9 miliardi di euro nel prossimo quadro finanziario pluriennale 2021-2027. L’eurodeputato di Forza Italia Massimiliano Salini, relatore del provvedimento, evidenzia in una nota che il settore spaziale è già in grado di “dare lavoro a più di 230mila persone” su scala continentale e “di generare un valore pari a 62 miliardi di euro”. Salini mette anche l’accento sull’impianto del nuovo programma spaziale, definito come “un antidoto alle spinte centrifughe, sovraniste e populiste che puntano ad indebolire l’edificio europeo”.

“I sistemi satellitari di osservazione della Terra Copernico e di navigazione Galileo”, prosegue l’europarlamentare azzurro, “sono esempi concreti di grande successo, in grado di stimolare lo sviluppo di servizi come droni, software di navigazione e macchine autonome ed aiutare a monitorare le emissioni di CO2, solo per citarne alcuni”. Il provvedimento approvato dalla commissione industria dell’Eurocamera è passato senza difficoltà e con la sola opposizione del gruppo di sinistra Gue/Ngl, contrario all’utilizzo militare dei dati raccolti dai sistemi satellitari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di diverso avviso, l’eurodeputato di Forza Italia ritiene che “in un ambiente geopolitico sempre più incerto, investire di più nello spazio è una priorità del Gruppo Ppe per difendere la leadership dell’Europa, la competitività, sostenibilità ed autonomia”. Salini sottolinea infine che senza un forte sostegno all’industria spaziale europea il rischio è quello di lasciare campo libero ai competitors globali e dunque “questo genere di servizi rischia di diventare appannaggio esclusivo americano e cinese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rissa tra turisti e polizia, in Belgio accesso alle spiagge limitato ai residenti

  • Scrive "vuoi sposarmi?" con 100 candeline, e la casa prende fuoco

  • Omicidi e guerre tra narcotrafficanti: in Svezia e Olanda è emergenza criminalità

  • Casi in aumento ma ai ravers non importa: tekno party con 10mila persone

  • Coronavirus, Londra cambia metodo di conteggio e si 'taglia' 5mila vittime

  • Per fermare il coronavirus in Galizia vietato anche fumare per strada

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento