Eurodeputati dell'Est contro la riforma del regolamento di Dublino. Domani si vota a Strasburgo, italiani divisi

In 88 chiedono il blocco del mandato con cui il Parlamento Ue dovrà negoziare la riforma del sistema di Asilo con il Consiglio. PD e Forza Italia contro il blocco, 5 Stelle a favore, Lega astenuta.

Centro di Mineo. © European Union 2015 - Source : EP.

In 88, in gran parte eurodeputati dei paesi del gruppo di Visegrad - Polonia, Ungheria, Slovacchia e Repubblica Ceca - ma anche da Croazia, Slovenia, Germania, Romania, dai Paesi Baltici, da Finlandia, Danimarca e Belgio, hanno chiesto oggi di bloccare il mandato con cui il Parlamento Ue si accinge a intavolare i negoziati per riformare il regolamento di Dublino, quello che detta tempi e modi delle procedure di asilo. Una richiesta che sarà esaminata domani dall'aula di Strasburgo ma che già ora divide i partiti italiani in Europa, tra chi vede nella riforma un passo decisivo per alleviare il peso che grava sullo Stivale e chi invece la considera sopo un'operazione di maquillage senza effetti concreti.

Italiani divisi

"Abbiamo rivoluzionato Dublino, non è stato un lifting, abbiamo fatto un vero e proprio ntervento maxillofacciale, abbiamo cambiato i connotati a Dublino, è stato abbandonato il criterio del paese di primo ingresso (che si deve far carico dell'analisi della procedura e quindi del richiedente asilo, ndr) ed abbiamo inserito un meccanismo di solidarietà obbligatorio", ha affermato oggi in conferenza stampa Alessandra Mussolini. Vicino a lei l'eurodeputata di Possibile Elly Schlein, relatrice ombra della riforma per il gruppo S&D, condivideva l'entusiasmo mentre la collega pentastellata Laura Ferrara scuoteva la testa. 

"Non ho lo stesso entusiasmo e non ho gli stessi toni trionfalistici, non vedo una rivoluzione copernicana di Dublino: se da un lato si dice che finalmente è stato abbandonato il criterio del paese di primo ingresso, è solo nella forma: nella sostanza non cambia nulla". Per Ferrara, anche il "meccanismo di solidarietà è ipocrita e falsato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una diversità di opinioni che si rifletterà sul voto di domani, con PD, Forza Italia, AP, MDP e Possibile a favore della riforma e quindi del mandato negoziale con cui poi i rappresentanti del Parlamento dovranno cercare di convincere gli Stati membri, i 5 Stelle contro riforma e mandato e la Lega Nord che ha annunciato che si asterrà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in Europa la mascherina obbligatoria torna di moda. E la Germania lancia l'allarme

  • L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

  • Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

  • "Telelavoro fino al 2021", la Svezia punta sullo smart working

  • "Giustizia per Chico Forti", FdI chiede all'Ue di attivarsi per l'italiano detenuto negli Usa da 20 anni

  • Coronavirus, in Belgio 'bolla' di 5 persone e coprifuoco notturno: "Vogliamo evitare il lockdown totale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento