L'Eurocamera fa fuori Lega e sovranisti dalle poltrone. Salvini: "Razzismo contro di noi"

Eletti due presidenti di commissione italiani, Tajani di Forza Italia e Gualtieri del Pd. I democratici ottengono anche 5 vicepresidenze e Fratelli d'Italia una. I partiti di governo restano per ora a secco

Il Parlamento europeo ha eletto i presidenti e vicepresidenti di quasi tutte le commissioni, e tra questi non c'è nessun rappresentante né della Lega né del gruppo sovranista di cui fa parte il partito di Matteo Salvini e il Rassemblement National di Marine Le Pen: Identità e democrazia. Restano ancora une decina di caselle da riempire, ma lo stop ai candidati del gruppo del Carroccio ha fatto infuriare il ministro dell'Interno, che ha parlato di "razzismo o preclusione ideologica o pregiudizio".  

Per Salvini, l'esclusione di Id dalle poltrone delle commissioni parlamentari, dopo la bocciatura della leghista Mara Bizzotto come vice del presidente dell'Eurocamera David Sassoli (Pd), "è un insulto alla democrazia: è il modo peggiore per iniziare con questa nuova Europa. Chiaramente se pensano di escluderci o intimidirci hanno sbagliato a capire e trovato le persone sbagliate".

Al M5s vicepresidenza Aula

Anche il Movimento 5 Stelle non ha ottenuto alcuna carica nelle commissioni, però va ricordato che, pur non appartenendo a nessun gruppo politico, il partito di Luigi Di Maio ha portato comunque a casa una vicepresidenza dell'Aula, dove è stato riconfermato Fabio Massimo Castaldo.

La lista degli eletti nelle commissioni del Parlamento europeo

Tajani e Gualtieri presidenti

Due italiani hanno ottenuto invece altrettante presidenze, e sono l'ex presidente dell'Assemblea comunitaria, Antonio Tajani di Forza Italia, nominato alla guida della commissione Affari costituzionali, e Roberto Gualtieri del Pd, confermato alla testa di quella Problemi economici e monetari. “Lavorerò subito su Brexit e su un grande progetto di riforma dell'Europa, che così com'è non va bene”, ha promesso Tajani impegnandosi a “proseguire lo sforzo profuso da presidente del Parlamento europeo per rendere le istituzioni sempre più vicine ai cittadini europei”, e a continuare “il mio lavoro per dare finalmente al Parlamento europeo il potere di iniziativa legislativa”.

4 vicepresidenti al Pd uno a Fdi

Cinque sono invece le vicepresidenze che sono state assegnate ai deputati italiani. Pietro Bartolo, Caterina Chinnici, Giuseppe Ferrandino e Patrizia Toia del Pd saranno rispettivamente vicepresidenti delle commissioni Libertà civili, Giustizia e affari interni, di quella Controllo dei bilanci, della commissione Pesca e di quella Industria, ricerca ed energia. Raffaele Stancanelli di Fratelli d'Italia è stato poi eletto alla vicepresidenza della commissione Giuridica. “Il Pd si conferma una delle forze trainanti del gruppo dei Socialisti e Democratici che darà il suo contributo per rappresentare gli interessi del nostro Paese e per cambiare le politiche Ue in un Parlamento Europeo sempre più protagonista", ha esultato il segretario del Partito Democratico, Nicola Zingaretti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I lavoratori stranieri bocciano l'Italia: “Economia senza prospettive”. Meglio il Vietnam

  • Meloni contro l'Ue: “Blocca seggiolini auto anti-abbandono”. Ma è davvero così?

  • Cinque posti dove sei pagato solo per viverci. E c'è anche l'Italia

  • Migranti, M5s: "Porti chiusi senza intesa Ue". Ma la Francia: "Prima sbarchi, poi solidarietà"

  • Migranti, il governo tedesco si spacca sulla 'solidarietà' all'Italia

  • Regno Unito nuova Singapore, paura Ue: con la Brexit Londra mega paradiso fiscale

Torna su
EuropaToday è in caricamento