Venerdì, 17 Settembre 2021
Attualità

La Lega attacca il Parlamento Ue: “Fa propaganda con soldi pubblici”

Sul profilo Twitter dell'Eurocamera spunta un sondaggio pro-Euro. E l'economista del Carroccio Borghi si infuria

È finito nel calderone del dibattito per le elezioni europee quello che sembrava essere un innocuo post su Twitter per celebrare il ventennale dall’entrata in vigore della moneta unica. “Sarete spazzati via”, ha risposto il deputato leghista Claudio Borghi, presidente della commissione Bilancio di Montecitorio, al tweet che gli è parso propagandistico e fazioso.

Il profilo ufficiale in lingua italiana del Parlamento europeo aveva pubblicato un’infografica e un breve video per ricordare che “il 65% degli italiani si dichiara favorevole alla moneta unica”. Il dato corrisponde a un sondaggio di Eurobarometro risalente allo scorso mese di ottobre, mentre il video esponeva i risultati in termini di stabilità monetaria, inflazione bassa e riduzione dei tassi d’interesse raggiunti dopo l’ingresso nell’euro. 

“Preparate le scatole di cartone”, ha rincarato Borghi, che nel 2014 aveva scritto il manuale “Basta Euro”. Il breve libro divenne poi il perno del programma politico per le elezioni europee del Carroccio, che all’epoca si chiamava ancora Lega Nord-Padania. 

Rispondendo a un utente che ha preso le difese del Parlamento europeo, Borghi ha infine scritto: “Trovo disdicevole che un'organizzazione di cui facciamo parte faccia propaganda elettorale due mesi prima delle elezioni europee con i nostri soldi”. Che è poi quello che fanno il governo e i vari ministeri italiani con le campagne istituzionali. Come quelle su Quota100 e fondi per giovani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega attacca il Parlamento Ue: “Fa propaganda con soldi pubblici”

Today è in caricamento