rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Le indagini / Polonia

La Nato: "Esplosione in Polonia causata da missili ucraini, ma la colpa è russa"

Il Segretario generale Stoltenberg: "L'incidente è avvenuto a causa della guerra scatenata da Putin, Kiev ha diritto di difendersi. La nostra risposta prudente ha evitato escalation non necessaria"

Le esplosioni in Polonia "sono state causate da un missile ucraino". Lo ha dichiarato il Segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, che ha spiegato che le indagini sono ancora in corso ma che "la nostra analisi preliminare suggerisce che l'incidente è stato probabilmente causato da un missile di difesa aerea ucraino sparato per difendere il territorio ucraino dagli attacchi dei missili russi". Secondo l'Alleanza però "la Russia è responsabile" dell'accaduto, in quanto l'incidente "è avvenuto a causa della guerra che ha scatenato contro la l'Ucraina".

Parlando alla conferenza stampa svoltasi dopo la riunione del Consiglio Atlantico convocato in via emergenziale, Stoltenberg ha chiarito però che "non ci sono indicazioni di un attacco deliberato e che la Russia stia preparando un attacco contro un Paese Nato". Il Segretario generale si è trovato nella difficile situazione di dover calmare le acque dopo che ieri si era temuto che davvero si potesse essere arrivato a un punto di svolta molto pericoloso nella guerra e di un suo possibile allargamento. Il Segretario generale ha invece sottolineato che la risposta della Nato è stata "prudente e responsabile", e che ha consentito di "evitare una escalation non necessaria".

"Fatemi essere molto chiaro, non è colpa dell'Ucraina", ha sottolineato Stltenberg, secondo cui quanto avvenuto "dimostra che la guerra in Ucraina, che è colpa del presidente Vladimir Putin, continua a creare situazioni pericolose", in quanto l'errore di Kiev è avvenuto mentre Mosca "lanciava una serie di attacchi su città ucraine, colpendo infrastrutture civli e obiettivi civili". 

Di fronte a una situazione come questa "l'Ucraina ha tutto il diritto di difendersi". Il fatto che sulla Polonia sia caduto un missile della contraerei ucraina "cambia di molto poco la sostanza, la Russia sta distruggendo le infrastrutture ucraine, la responsabilità dell'accaduto è tutta russa", ha dichiarato anche il premier italiano Giorgia Meloni, ribadendo "pieno sostegno a Kiev".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Nato: "Esplosione in Polonia causata da missili ucraini, ma la colpa è russa"

Today è in caricamento