Domenica, 20 Giugno 2021
Attualità

Esplosione a centro di test Covid vicino Amsterdam. La polizia: "Un attacco deliberato"

Tanta paura ma per fortuna nessun ferito nel laboratorio di una delle provincie più colpite da casi di coronavirus. A gennaio un altro centro fu dato alle fiamme durante le proteste contro l'introduzione del coprifuoco

Il luogo dell'esplosione - foto Ansa EPA/KOEN VAN WEEL

''Un atto intenzionale''. È questa l'ipotesi sulla quale si sta muovendo la polizia olandese a proposito dell'esplosione avvenuta questa mattina presto nei pressi di un centro di analisi per il coronavirus nella città di Bovenkarspel, 55 chilometri a nord della capitale Amsterdam, che ha rotto le finestre del laboratorio, ma non ha causato feriti. I resti di metallo dell'ordigno, di circa dieci centimetri per dieci, sono stati trovati di fronte all'edificio e "devono essere stati collocati" lì, ha detto alla Reuters il portavoce della polizia Menno Hartenberg. "Non sappiamo ancora esattamente cosa sia esploso, gli esperti di esplosivi devono prima indagare. Quello che stiamo dicendo è che una cosa del genere non accade per caso, ma deve essere stata messa apposta", ha detto Hartenberg.

Il numero di risultati positivi dei test nella regione di Bovenkarspel è in forte aumento da diversi giorni, in particolare nella vicina Hoorn, una cittadina che è ora al quarto posto nell'elenco dei paesi e delle città con il maggior numero di infezioni pro capite. L'incidente arriva poco prima delle elezioni nazionali del 17 marzo, ampiamente ritenute come un referendum sulla gestione della pandemia da parte del governo di Mark Rutte. Nella nazione non è il primo incidente del genere, un altro centro per i test era stato dato alle fiamme durante i diversi giorni di disordini a gennaio, provocati dall'introduzione di un coprifuoco notturno dalle 21 alle 4:30 di mattina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EuropaToday è in caricamento