rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Il mostro di Marcinelle / Belgio

La casa degli orrori di Dutroux sarà distrutta

Diventerà una sorta di giardino pensile, in memoria delle vittime. Nel seminterrato del pedofilo belga morirono 4 bambine

La casa di Marc Dutroux, il pedofilo che a metà degli anni Novanta sconvolse il Belgio, verrà demolita. L'immobile sarà trasformata in un parco entro la fine del prossimo anno. Una sorta di giardino pensile, a ricordo permanente di ciò che è accaduto in quel luogo. Il seminterrato della casa, dove morirono 4 bambine, non scomparirà.

Per molti anni si è discusso con le famiglie delle vittime sul futuro del sito. Un anno fa, nel giugno 2021, l'amministrazione comunale di Charleroi ha annunciato l'avvio dell'appalto pubblico per la demolizione di una parte del quartiere Marcinelle, dove si trova ancora l'ex casa del pedofilo. È stata messa a disposizione una somma totale di 825mila euro per abbattere l’abitazione e collocare al suo posto un monumento commemorativo. Il monumento commemorativo sarà rialzato di due metri, con fiori, alberi e arbusti che fioriscono tutto l'anno.

Marc Dutroux, oggi sessantaseienne, ha rapito e violentato almeno sei bambine tra il 1995 e il 1996. Due di loro, due adolescenti, An Marchal ed Eefje Lambrecks, sono state uccise, e due bambine di otto anni, Julie Lejeune e Melissa Russo, sono state fatte morire di fame nella cantina della sua casa, dove le teneva in condizioni deplorevoli. Altre due giovanissime ragazze, di 12 e 14 anni, sono riuscite a sopravvivere. 

In tribunale, l'uomo affermò di fare parte un giro di pedofilia con “personaggi importanti”. Le uniche testimoni in vita, Sabine e Laetitia, hanno negato l’esistenza di qualsiasi complice, confermando che durante la loro prigionia l’unico aguzzino fu Dutroux.

L’uomo era da tempo noto per reati legati alla pedofilia: nel 1985 era stato arrestato, assieme a sua moglie, Michelle Martin, per sequestro e violenza su cinque adolescenti e, condannato a tredici anni e mezzo nel 1989, gli era stata concessa la libertà condizionata nel 1992. Fu allora che commise i suoi crimini più orribili, che sconvolsero la società belga. 

È stato condannato all'ergastolo nel 2004 per rapimento , presa di ostaggi , stupro, omicidio e traffico illegale. È  stato riconosciuto colpevole anche dell'omicidio di uno dei suoi complici e di aver abusato sessualmente di tre ragazze in Slovacchia. Inoltre, il mostro di Marcinelle, ha commesso un numero imprecisato di stupri, principalmente in Belgio, Francia e Slovacchia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La casa degli orrori di Dutroux sarà distrutta

Today è in caricamento