rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
il caso / Svezia

I misteriosi droni che sorvolano le centrali nucleari in Svezia

La polizia sta conducendo delle indagini, ma i sospetti sono puntati sulla Russia

Dallo scorso weekend, il cielo notturno di Stoccolma si è riempito di droni non identificati. Lo hanno segnalato gli stessi cittadini, che hanno notato i piccoli velivoli sorvolare alcuni siti d’interesse strategico.  È partito tutto da una foto, scattata da un passante e pubblicata dal quotidiano Expressen. Come riporta Politico, un oggetto volante simile ad un drone era stato avvistato venerdì sera sopra un parco divertimenti, il Gröna Lund. Mathias Øgendal, l’autore della foto, ha dichiarato: “L’ho visto attraverso il parabrezza anteriore della mia auto, volare alto sopra la città. Ho pensato che fosse strano che volasse lì intorno”.

Altri avvistamenti sono stati segnalati sopra le centrali nucleari di Forsmark (nei pressi della capitale) e di Ringhals e Oskarshamn (nella Svezia meridionale). Successivamente, altri droni sono stati notati anche sopra il palazzo reale di Drottningholm e l’imponente impianto di trattamento delle acque di Norsborg (entrambe queste località sono nella periferia di Stoccolma), così come sopra ad alcuni uffici governativi.

Il servizio di sicurezza svedese, Säpo, ha avviato delle indagini sulla vicenda. Per ora, stando alle dichiarazioni del capo della polizia di Stoccolma Per Engström, non è stato identificato nessun sospetto. “Ci sono molte speculazioni sui motivi” dietro a questi voli, ha sostenuto, dicendo che potrebbe trattarsi di qualcosa di innocuo come “un tentativo di mappatura dei siti”, oppure di “gente che ha fatto volare i suoi droni in questi luoghi per errore”.

Ma la pista dei voli “per errore” pare destinata ad essere scartata, visto il numero crescente di segnalazioni e le descrizioni dei droni, che sembrano combaciare con quelli usati dai militari. In un momento in cui le tensioni tra l’Occidente e la Russia stanno aumentando, è naturale che i sospetti si siano concentrati principalmente su Mosca.

Secondo Martin Hagström, direttore di ricerca presso l’Agenzia svedese di ricerca sulla difesa, l’accostamento ad operazioni militari russe è “un pensiero ovvio”, ma almeno per il momento “è impossibile giudicare, si può solo speculare”. Si attendono i risultati delle indagini, ma per il momento Engström ha ammesso che “abbiamo iniziato a vedere alcuni modelli” ricorrenti per quanto riguarda “come (i droni) si comportano intorno a certe strutture”.

Ad ogni modo, le relazioni tra la Svezia e la Russia sono piuttosto tese. La settimana scorsa, ad esempio, Stoccolma ha aumentato la presenza militare sull’isola di Gotland, nel Mar Baltico, a seguito di un’insolita attività della marina russa in acque vicine. Ma è almeno dal 2013 che la Svezia ha iniziato a sentirsi meno tranquilla nei confronti del gigante euroasiatico. Quell’anno, alcuni aerei militari russi sono volati vicini alla costa svedese: dato che i due Paesi non condividono confini terrestri, l’intelligence di Stoccolma ha classificato l’evento come la simulazione di un attacco sulla capitale.

Nel 2014, un sottomarino russo sarebbe entrato nelle acque territoriali svedesi, sempre nei pressi della capitale scandinava, innescando una massiccia operazione di caccia navale. E nel 2016 dei misteriosi droni senza pilota hanno costretto l’esercito svedese ad annullare un’esercitazione militare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I misteriosi droni che sorvolano le centrali nucleari in Svezia

Today è in caricamento