"Proteggere le giovani donne dall'immigrazione": Austria verso stop a velo nelle scuole

L'annuncio del cancelliere Kurz: "È importante proteggere il nostro ambiente, ma è anche importante decidere chi vivrà nel nostro Paese"

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz

Dopo aver posto fine all'intesa con l'estrema destra e avere siglato un'alleanza di governo con i Verdi, si pensava che il "baby Hitler", cosi' lo ha definito una ong, avrebbe ammorbidito le sue posizioni sull'immigrazione. Ma forse proprio per questo, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz continua a sfornare proposte e dichiarazioni che non fanno rimpiangere gli ex alleati sovranisti del FpO: è dovere del governo "proteggere le giovani donne" dagli effetti collaterali dell'immigrazione, ha detto al Financial Times annunciando la proposta di legge volta a vietare il velo nelle scuole per le ragazze di età inferiore ai 14 anni.

Nell'intervista, Kurz ha anche affermato che il controllo dell'immigrazione clandestina è fondamentale almeno quanto la lotta ai cambiamenti climatici, aggiungendo che entrambe le questioni saranno in cima all'agenda del suo governo. "È importante proteggere il nostro ambiente, ma è anche importante decidere chi vivrà nel nostro Paese", ha spiegato, aggiungendo che un migliore controllo dell'immigrazione è parte integrante della protezione dell'identità culturale. Ha inoltre annunciato misure più drastiche per garantire la sicurezza, come la detenzione preventiva di immigrati sospettati di estremismo religioso.

L'impressione in Austria è che il cancelliere stia cercando di frenare sul nascere l'eventuale deriva di consensi verso destra in seguito all'intesa con i Verdi, molto più aperti sul tema immigrazione di quanto non lo sia il centrodestra di cui Kurz è leader. Finora, le concessioni fatte dal giovane cancelliere, già al suo secondo mandato nonostante i 34 anni non ancora compiuti, hanno riguardato i temi ambientali. Tra le proposte inserite nel programma di governo, c'è per esempio l'impegno a raggiungere la neutralità climatica entro il 2040.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Diverso invece il discorso sul tema immigrazione: se i Verdi in Europa sono stati al fianco della sinistra nel difendere le ong che soccorrono i migranti in mare, Kurz ha di recente ribadito la sua posizione: le operazioni di salvataggio delle ong, a suo giudizio, aumentano i flussi e i morti, incoraggiando i clandestini. Una posizione che gli è valsa l'appellativo di "baby Hitler", come dicevamo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, in Europa la mascherina obbligatoria torna di moda. E la Germania lancia l'allarme

  • L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

  • Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

  • "Telelavoro fino al 2021", la Svezia punta sullo smart working

  • "Giustizia per Chico Forti", FdI chiede all'Ue di attivarsi per l'italiano detenuto negli Usa da 20 anni

  • Coronavirus, in Belgio 'bolla' di 5 persone e coprifuoco notturno: "Vogliamo evitare il lockdown totale"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento