rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
L'iniziativa / Spagna

"Tutte le donne hanno un corpo da spiaggia", la campagna spagnola contro il body shaming

Ma esplode la polemica sui social sul messaggio del governo spagnolo per superare i pregiudizi legati alla forma fisica. In tanti si indignano per l’esclusione dei maschi: "Anche loro possono avere complessi"

Il governo spagnolo ha lanciato una campagna di comunicazione per incoraggiare tutte le donne a non aver paura di mostrare il proprio corpo in spiaggia. L'iniziativa però ha creato alcune polemiche nella nazione perché accusata di 'sessismo' in quanto non avrebbe preso in considerazione gli uomini. L'idea è stata del ministero per l’Uguaglianza spagnolo, guidato dalla politica di Podemos, Irene Montero. “L'estate è anche nostra, divertiti come, dove e con chi vuoi”, recita il messaggio diffuso dal governo di Madrid accompagnato da un’illustrazione. Quest’ultima ritrae cinque donne in spiaggia, ma nemmeno un uomo. 

60789869-11057589-image-a-20_1659005203313-2

L’opera illustrativa della campagna raffigura tre donne in sovrappeso, una anziana in topless dopo l’asportazione di un seno e una donna con le gambe non rasate e i peli sulle ascelle. Due donne siedono una a fianco all’altra e sembrano tenersi per mano, probabilmente in un riferimento alle coppie omosessuali. “Oggi brindiamo a un'estate per tutti, senza stereotipi e senza violenza estetica contro il nostro corpo”, si legge nel tweet diffuso dal profilo ufficiale del ministero. Ma nonostante il messaggio positivo, i più polemici non hanno tardato ad attaccare la campagna. 

Brad Pitt vittima di bodyshaming su Twitter: "È brutto, sembra un cadavere"

"Dove sono i corpi degli uomini!?", ha chiesto un utente su Twitter. "Molti hanno complessi per la loro calvizie”, ha commentato un altro. Alcuni hanno scherzato: “È che solo le donne sono deformi. Gli uomini, hanno tutti un corpo perfetto. Tutti lo sanno”. “Un altro giorno parleremo dei problemi derivati dall’obesità”, ha scritto un altro utente criticando il post per la presunta promozione di uno stile di vita poco salutare. “Mi chiedo una cosa: perché questo ministero si chiama così se parlano solo di donne? Oh no scusa, parlano di uomini solo quando qualcuno uccide una donna”, si legge in un altro commento scritto da una donna. 

A rispondere alle polemiche che stanno infuriando sui social è stata la Segretaria di Stato all'Uguaglianza di genere, Ángela Rodríguez Pam, che ha scritto su Twitter: "Alcuni uomini dicono che le donne grasse possono andare in spiaggia senza il permesso del ministero dell'Uguaglianza di genere. Ceto che ci andiamo, ma teniamo in conto che subiremo odio per aver mostrato un corpo che non è normativo". "Quello che sosteniamo è che tutti i corpi vanno bene, anche il tuo, Manolo, che non è esattamente il più bello", ha scritto con una frecciata 'all'uomo medio' spagnolo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Tutte le donne hanno un corpo da spiaggia", la campagna spagnola contro il body shaming

Today è in caricamento