Martedì, 16 Luglio 2024
la svolta / Spagna

Addio al coro solo maschile più antico d'Europa: dopo 700 anni ci saranno voci femminili

Per la prima volta il complesso dell'abbazia di Santa Maria de Montserrat in Catalogna accoglie anche ragazze: "Il papa sta dando alle donne ruoli mai visti prima, seguiamo il suo esempio"

Dopo più di 700 anni solo al maschile, adesso lo storico coro dell'Escolania si aprirà anche alle donne. È una vera e propria svolta per la formazione dell'abbazia benedettina di Santa Maria de Montserrat in Catalogna, in Spagna, le cui origini si fanno risalire addirittura al 1300, facendone uno dei più antichi d'Europa. La sua caratteristica è proprio quella di essere da sempre formato da soli bambini, i cosiddetti escolani (che in catalano significa studiosi), accomunati da una preparazione accademica all'interno del monastero fondata sul credo cristiano. "Il papa sta dando alle donne un ruolo che non hanno mai avuto prima e abbiamo voluto aprirci anche noi attraverso un passo concreto e coraggioso", ha spiegato il prefetto dell'Escolania Efrem de Montellà.

Questo coro storico, che ha cantato anche per il re cattolico Ferdinando d'Aragona II nel 1479, si esibisce da sempre nel monastero di Montserrat, fondato nell'XI secolo e famoso per ospitare la statua della Vergine, patrona della Catalogna e simbolo dell'identità catalana. Ad oggi, le voci bianche dell'abbazia, che provengono dalla Catalogna e da altre zone di lingua catalana, sono più di 50 ed hanno un'età compresa tra i nove e i 14 anni.

Le loro esibizioni quotidiane verranno d'ora in poi affiancate dal nuovo coro misto, secondo quando riportato dal quotidiano catalano La Vanguardia. Sarà un cosiddetto "coro da camera" (un gruppo di piccole-medie dimensioni) composto da coristi maschi e femmine di età compresa tra i 17 e i 24 anni che, come i cantori dell'Escolania, indosseranno le tipiche tonache e si esibiranno sotto la direzione di Pau Jorquera (attuale vicedirettore musicale) un fine settimana al mese. Secondo le fonti del monastero, questo servirà anche a far riposare i giovani coristi che potranno così "trascorrere più tempo con le loro famiglie", considerando che i ragazzi sono per lo più residenti del monastero e sono chiamati ad esibirsi anche nei fine settimana e nei giorni di festa.

Ci sono però dei requisiti per poter far parte del futuro "cor de cambra" catalano. In primis, ci sarà una selezione sulla base di audizioni che serviranno a giudicare il livello di esperienza nel canto e la capacità di lettura della musica dei candidati. Per superare la prova, inoltre, il monastero non solo richiede una "sensibilità per la religione cristiana", ma anche un certo livello di formazione accademica, proprio come previsto per i coristi dell'Escolania, che ricevono una preparazione scolastica all'interno del monastero di Montserrat.

Con il debutto previsto per settembre 2023, la creazione di questo coro misto segnerà un'iniziativa storica che darà voce anche alle giovani donne. Il prefetto Montellà ha dichiarato che l’idea nasce dall’esigenza di "rispondere alla domanda di voci femminili, mantenendo tuttavia la tradizione dell’Escolania che ha resistito per oltre 700 anni", ponendo poi l'accento sul fatto che questo è un "passo storico" per un coro che esiste ininterrottamente dal Medioevo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio al coro solo maschile più antico d'Europa: dopo 700 anni ci saranno voci femminili
Today è in caricamento