L’Ue apre al decreto Salvini: alcune proposte in linea con le nostre indicazioni

Bruxelles analizzerà il testo quando sarà tradotto in legge ma per il momento sembra non trovarlo contrario alle regole comunitarie

ANSA/ETTORE FERRARI

È presto per dare un giudizio definitivo, in quanto il decreto sulla sicurezza proposto da Matteo Salvini non e’ ancora entrato in vigore, ma al momento non sembra violare le regole comunitarie anzi, sarebbe anche in linea con alcune delle raccomandazioni della Commissione europea. Secondo fonti di Bruxelles, riportate da diverse agenzie di stampa tra cui l’AdnKronos, il decreto sembra proporre soluzioni che "non sono molto lontane" da quello che la Commissione Europea va consigliando da tempo, cioè "aumentare il periodo di detenzione" dei migranti, "un periodo in cui unire le procedure di asilo con quelle sui rimpatri (per fare in modo che un rifiuto della richiesta di asilo venga immediatamente seguito dall'avvio della procedura per il rimpatrio, ndr), accorciare le procedure".

Positivo l'aumento delle espulsioni

E le norme, probabilmente, aumenteranno il numero delle espulsioni di immigrati irregolari, cosa che è "positiva" per Bruxelles. Insomma, "non sembrano misure completamente fuori bersaglio". Naturalmente, occorre aspettare l'iter parlamentare e le eventuali modifiche: solo al termine la norma verrà esaminata, per verificarne la legittimità alla luce del diritto Ue. Ma, almeno a giudicare dalle informazioni ora disponibili, il provvedimento "non sembra negativo", concludono le fonti. "Dovremo vedere, esaminare la compatibilità della nuova legge" con il diritto comunitario, hanno detto le fonti, ricordando che comunque la protezione umanitaria, oggetto del giro di vite del decreto Salvini, "non è regolata dall'Ue" e quindi gli Stati membri "possono fare quello che vogliono" in questo campo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'analisi definitiva quando sara' legge

La posizione ufficiale dell’esecutivo comunitario e’ pero’, come di consueto piu’ cauta. "Come sempre la Commissione lo analizzerà", ma solo "una volta adottato”, ha dichiarato la vice portavoce capo della Commissione Europea Mina Andreeva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Olanda dice no all'obbligo della mascherina: "Inducono un falso senso di sicurezza"

  • Covid, Bruxelles verso il coprifuoco. E i giostrai protestano

  • "Telelavoro fino al 2021", la Svezia punta sullo smart working

  • "Giustizia per Chico Forti", FdI chiede all'Ue di attivarsi per l'italiano detenuto negli Usa da 20 anni

  • L'Olanda gli nega l'asilo, siriano 14enne si suicida

  • Bce: il turismo italiano il più colpito in Ue, crollo delle assunzioni del 77,9%

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento