In arrivo il Daspo europeo per i corrotti

Il Parlamento Ue ha approva giro di vite su riciclaggio di denaro e finanziamento al terrorismo. I condannati non potranno candidarsi alle elezioni o lavorare nella PA

© European Union 2018 - DAINA LE LARDIC

Il divieto ai condannati per riciclaggio di candidarsi a cariche politiche, occupare posizioni nella pubblica amministrazione e accedere ai finanziamenti pubblici, il cosiddetto “daspo ai corrotti” è stato approvato a Strasburgo nel nuovo pacchetto anti-corruzione con un'ampia maggioranza bipartisan. La proposta della Commissione europea ha trovato un largo consenso tra gli eurodeputati e ora attende solo l'approvazione formale da parte dei ministri Ue prima di essere applicata dai Paesi membri.

Reato europeo di riciclaggio

Le norme contro il riciclaggio di denaro (approvate con 634 voti favorevoli, 46 contrari e 24 astensioni) puntano a contrastare i canale di approvvigionamento economico di organizzazioni criminali e terroristiche. Il testo intende colmare un vuoto legislativo con una definizione a livello continentale del reato di riciclaggio di denaro, con una sanzione armonizzata ad almeno quattro anni di reclusione in caso di condanna a pena massima. "Le nuove norme sulla criminalizzazione del riciclaggio di denaro colpiscono i criminali dove fa più male: il denaro. Le norme impediscono ai criminali di finanziare le loro attività - legali o illegali - con i proventi di azioni illecite. Il riciclaggio di denaro è un reato pericoloso e le sue conseguenze dannose sono spesso sottovalutate. Questa direttiva aggiunge un nuovo importante strumento di lotta contro questo reato", ha rivendicato il 5 Stelle Ignazio Corrao, relatore del testo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestro del contante sospetto

Una seconda norma andrà a colpire i flussi illeciti di cassa (approvata con 625 voti favorevoli, 39 contrari e 34 astensioni), estendendo il concetto di denaro contante agli spostamenti in oro o tramite carte prepagate anonime. Viene inoltre data la possibilità alle autorità nazionali di registrare informazioni sui movimenti di denaro anche al di sotto dell’attuale soglia minima di 10mila euro e di sequestrare somme di contante nel caso vi sia una sospetta attività criminale. “Per combattere adeguatamente la frode economica, il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, l'UE deve rafforzare i controlli sul denaro contante che entra o esce dal suo territorio”, ha dichiarato l'altro relatore, il socialista spagnolo Juan Fernando López Aguilar. Gli Stati membri disporranno poi di 24 mesi dalla data di entrata in vigore della direttiva sulla penalizzazione del riciclaggio di denaro per applicare le nuove norme. I controlli dei flussi di cassa si applicheranno invece 30 mesi dopo l'entrata in vigore del regolamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Si rifiuta di stringere la mano alle donne. Negata cittadinanza a medico libanese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento