rotate-mobile
Martedì, 30 Maggio 2023
Diritti umani / Danimarca

La Danimarca accorderà il diritto d'asilo a tutte le donne afghane

La scelta presa in ragione del "deterioramento delle condizioni di vita di tutti gli individui di sesso femminile nel Paese"

La Danimarca accorderà il diritto d'asilo a tutte le donne afghane in ragione del "deterioramento delle condizioni di vita di tutti gli individui di sesso femminile nel Paese". La decisione di Copenaghen si basa su un rapporto dall'Agenzia dell'Unione europea per l'Asilo, che "indica che la situazione di alcuni gruppi di persone in Afghanistan è tale da costituire una persecuzione ai sensi della Convenzione sui Rifugiati". A fine novembre, il relatore speciale delle Nazioni Unite per i diritti umani in Afghanistan, Richard Bennett, ha affermato che il modo in cui i Talebani trattano le donne può equivalere a crimini contro l'umanità.

Secondo la Commissione danese per i ricorsi sui rifugiati, la nuova decisione aprirà subito la strada allasilo per cinque ragazze. Le autorità riesamineranno poi anche i casi di donne a cui è stato negato l'asilo dopo l'ascesa al potere dei Talebani, al fine di concedere alle persone interessate i permessi di soggiorno previsti dalla nuova decisione. Verranno inoltre esaminati tutti i casi di uomini afghani (circa 30 casi) a cui è stato rifiutato l'asilo dalla stessa data. Inoltre, riporta Le Monde, tutti coloro la cui domanda è stata respinta prima del 16 agosto 2021 ma che si trovano ancora in Danimarca, potranno chiedere che il loro caso venga riaperto.

La decisione ha ricevuto il supporto di Amnesty International, che aveva documentato le violazioni dei diritti umani contro le donne e le ragazze in Afghanistan e aveva sollecitato la Danimarca a cambiare la sua prassi.

Anche l'Istituto danese per i diritti umani ha accolto con favore la scelta. "È noto che le donne e le ragazze in Afghanistan sono soggette a gravi violazioni dei diritti umani e la situazione è peggiorata negli ultimi 18 mesi", ha dichiarato la direttrice dell'organizzazione Louise Holck. "Se dipendesse solo da me, questa decisione sarebbe stata presa già da tempo", ha aggiunto. "Ma credo che dovremmo essere contenti del fatto che d'ora in poi l'asilo sarà concesso a donne e ragazze perché sono donne e ragazze e per questo motivo sono perseguitate in Afghanistan", ha concluso.

I Talebani hanno ripreso il potere in Afghanistan il 30 agosto 2021, dopo il frenetico ritiro degli Stati Uniti. Da quando hanno ripreso in mano le redini del Paese, le donne hanno perso la maggior parte dei diritti che erano riuscite a conquistare in due decenni. È stato negato loro l'accesso all'educazione e ai lavori pubblici, limitata la loro libertà di viaggiare e scegliere come vestirsi e recentemente è stato vietato loro di lavorare all'interno di Ong.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Danimarca accorderà il diritto d'asilo a tutte le donne afghane

Today è in caricamento