rotate-mobile
Domenica, 3 Marzo 2024
La decisione

Cozzolino sospeso in via cautelativa dal Pd

L'assistente del deputato, che non è indagato, è in galera con l'accusa di aver intascato tangenti dal Qatar insieme alla ex vicepresidente dell'Aula e sua compagna, Eva Kail, e all'ex deputato Panzeri

La commissione di Garanzia del Partito Democratico ha deciso di sospendere "cautelativamente" l'eurodeputato Andrea Cozzolino, per il suo nella vicenda Qatargate. Il provvedimento "è immediatamente esecutivo". La commissione si è riunita oggi in via telematica, su richiesta del segretario Enrico Letta e "i componenti hanno deliberato di sospendere cautelativamente l'onorevole Andrea Cozzolino dall'Albo degli iscritti e degli elettori del Pd, nonché da tutti gli organismi del partito di cui dovesse eventualmente essere parte. E ciò fino alla chiusura delle indagini in corso da parte della Magistratura relative allo scandalo 'Qatargate''', si legge in una nota del partito.

Il provvedimento, che applica le norme dello Statuto del Pd, del Codice Etico e del Regolamento delle Commissioni di Garanzie, "mira a tutelare l'immagine del Partito Democratico e a consentire all'onorevole Cozzolino (già comunque autosospesosi dal Gruppo S&D del Parlamento Europeo) la più ampia difesa delle proprie posizioni", ed è "immediatamente esecutivo", continua il testo.

Cozzolino non risulta tra gli indagati ma il suo assistente, Francesco Giorgi, è una della 4 persone in stato di arresto con l'accusa di aver intascato mazzette da paesi come Qatar e Marocco allo scopo di provare a influenzare le posizioni del Parlamento europeo a favore di queste due nazioni, in associazione con l'ex eurodeputato Antonio panzeri ma anche della vicepresidente socialista dell'Aula, Eva Kaili, che è anche la sua compagna di vita. Nella case di Panzeri e in quella della coppia sarebbero stati trovati in tutto oltre un milione e mezzo di euro in contanti.

Seconeo le ultime rivelazioni di Le Soir, il giornale belga che insieme a a Knack ha anticipato gran parte dlele notizie relative all'inchiesta, Giorgi starebbe collaborando con la magistratura a cui avrebbe detto di sospettare che l'europarlamentare socialista belga, Marc Tarabella, avesse ricevuto denaro dal Qatar. Tarabella, che in precedenza aveva confermato che la sua casa era stata perquisita sabato nell'ambito dell'indagine belga, ha negato qualsiasi illecito. Ma Giorgi avrebbe anche detto di sospettare che lo stesso Cozzolino avrebbe ricevuto fondi illeciti.

Il parlamentare ieri in una nota pure aveva negato qualsiasi coinvolgimento definendosi "profondamente indignato per le vicende giudiziarie che apprendo dalla stampa e che minano fortemente la credibilità delle istituzioni europee", e sottolineando che "personalmente sono del tutto estraneo alle indagini: non sono indagato, non sono stato interrogato, non ho subito perquisizioni né, tantomeno, sono stati apposti sigilli al mio ufficio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cozzolino sospeso in via cautelativa dal Pd

Today è in caricamento