Ue "ottimista" sulla possibilità di fare vacanze in estate: "Ma servono soluzioni intelligenti"

La presidente della Commissione von del Leyen: "Le cose saranno diverse, con altre misure di igiene, con un poco di distanziamento sociale". Ma i viaggi all'estero saranno difficili

Foto Ansa, Angelo Carconi

Gli europei non devono disperare, forse questa estate la situazione tornerà a una sorta di normalità che potrebbe addirittura permettere ad alcuni, almeno quelli che potranno permetterselo, di fare delle vacanze.

von derl Leyen ottimista

Sull'eventualità la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, si è detta "ottimista". Perché si possa andare in villeggiatura però occorrerà trovare "soluzioni intelligenti", ha sottolineato il portavoce capo dell'esecutivo comunitario. "È evidente che la Commissione pensa alla questione delle vacanze. Beninteso, è una questione complessa, legata da una parte alla capacità dei cittadini europei di viaggiare e dall'altra parte alle prenotazioni"ha dichiarato. Rispondendo in merito all'intervista concessa da von der Leyen alla Bild, in cui la presidente aveva invitato ad aspettare a prenotare vacanze all'estero, Mamer ha spiegato che la politica tedesca "non ha fatto che ricordare delle cose evidenti”, cioè che ci troviamo in “una situazione complessa e ci sono molte cose diverse di cui bisogna tenere conto". "Oltre una settimana fa aveva espresso una certa prudenza sul fatto di prenotare già le proprie vacanze. Ma oggi esprime anche la speranza che delle soluzioni intelligenti possano essere trovate, che si stanno cercando", ha detto.

Vacanze "diverse"

Le vacanze che possiamo immaginare secondo Von der Leyen, riporta il quotidiano portoghese Expresso, saranno "forse un poco diverse”, dalle normali, “con altre misure di igiene, con un poco di distanziamento sociale”, ma “è impressionante vedere che le soluzioni si trovano”, e “per questo sono ottimista", ha detto.

Difficili viaggi all'estero

Ovviamente potrebbe essere più complicato fare le vacanze all'estero, anche all'interno della stessa Ue. Il portavoce per gli Affari Interni, Adalbert Jahnz, ha spiegato che "per quanto riguarda le frontiere e la possibilità dei cittadini europei di attraversarle per i loro viaggi estivi”, quello che è stato stabilito la settimana scorsa nella roadmap dell'Ue è “un approccio graduale, per fasi e coordinato”, alla rimozione dei controlli alle frontiere “basato in particolare sulla situazione epidemiologica nelle regioni confinanti e sul rispetto delle regole di distanziamento sociale che sono imposte ai cittadini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento