Venerdì, 18 Giugno 2021
Attualità

Gli Usa non fanno test: solo 8 in un giorno

Uno dei Paesi più popolosi del mondo ha fatto meno controllo della Lombardia. Ma Trump rivendica: “Abbiamo testato pesantemente”

Negli Stati Uniti cresce la preoccupazione per il modo in cui l'amministrazione di Donald Trump sta affrontando l'emergenza coronavirus, dimostrandosi fino ad ora uno dei Paesi che ha effettuato meno test, uno degli strumenti più importanti in questo momento per capire l'entità del problema e mettere in campo le misure per affrontarlo.

"Fallimento"

Come racconta il Guardian ieri la mancanza di capacità di test per Covid-19 è stata riconosciuta in termini schietti da uno dei massimi funzionari statunitensi che si occupano della crisi. Anthony Fauci, direttore dell'Istituto nazionale per le allergie e le malattie infettive, ha descritto lo stato attuale delle cose come "un fallimento" in un'audizione della commissione di sorveglianza della Camera. Finora sono stati fatti solo 11mila tamponi (meno della sola Lombardia) in un Paese di 327 milioni di persone. La Corea del Sud, che è alle prese con uno dei più gravi focolai di Covid-19 a livello globale ne fa circa 10mila ogni giorno. In totale sono stati testati 230mila dei suoi 51 milioni di persone, a livello pro capite 130 volte più degli Stati Uniti.

8 test in un giorno

Rispondendo alle domande dei giornalisti Trump ieri ha dichiarato candidamente: "Francamente, i test sono andati molto bene", aggiungendo “abbiamo testato pesantemente". Secondo i database dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC), che registra il numero di campioni testati quotidianamente per Covid-19 dal CDC e dai laboratori di sanità pubblica, lo stesso giorno erano stati fatti in tutti gli States solo 8 controlli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

EuropaToday è in caricamento