Coronavirus, M5s a Ue: "Chiudete il Parlamento europeo e bloccate il Mes"

I 5 stelle lanciano un appello al presidente dell'Eurocamera Sassoli affinché blocchi le attività nella sede di Bruxelles. E chiedono all'Eurogruppo di rinviare la controversa riforma del Meccanismo di stabilità

Stop alle attività del Parlamento europeo "fino a quando i rischi per la salute legati alla diffusione del virus saranno sotto controllo” e rinvio della riforma del Mes, il Meccanismo europeo di stabilità. Sono le richieste avanzate a Bruxelles dal Movimento 5 stelle in seguito all'avanzata del Covid-19

"Il Parlamento europeo, con oltre 5.000 persone che vi lavorano e viaggiano regolarmente tra la loro città natale e Bruxelles, ha il potenziale per diventare un focolaio di trasmissione del coronavirus", si legge in una lettera inviata dagli eurodeputati M5s al presidente dell'Eurocamera, David Sassoli. "Chiediamo di sospendere tutte le attività parlamentari con effetto immediato, fino a quando i rischi per la salute legati alla diffusione del virus saranno sotto controllo - aggiungono i parlamentari - Servono ulteriori misure di sicurezza per salvaguardare i membri del Parlamento europeo, il personale e la popolazione locale. Il numero di casi confermati è in costante aumento in Belgio e a Bruxelles e questa settimana abbiamo riscontrato i primi casi di nuovi coronavirus nelle istituzioni dell’Ue”.

Tra le istituzioni europee, il Parlamento è stato quello che ha adottato le misure più forti per contrastare l'epidemia, non senza polemiche da parte di alcuni deputati italiani, in particolare di Lega e Fratelli d'Italia, che hanno accusato i vertici dell'Eurocamera di discriminazione nei confronti di politici e personale del Belpaese. Il Parlamento, all'indomani della conferma dei focolai nel Nord Italia, aveva infatti limitato l'accesso alla sede di Bruxelles a tutti coloro che nelle ultime due settimane avevano soggiornato nelle regioni colpite (tra cui Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte). Una misura in seguito allargata ad altre province italiane, ma anche a aree della Francia e della Germania. Inoltre, la sessione plearia di Strasburgo, prevista per questa settimana, è stata annullata e spostata a Bruxelles. In Belgio, invece, dove hanno sede le istituzioni Ue, i casi confermati sono stati finora circa 200, quasi tutti legati a soggiorni in Italia. E proprio in seguito al contagio di un italiano, la Scuola europea di Bruxelles, molto frequentata dai figli di funzionari Ue, ha chiuso i battenti per due giorni.

Per tutte queste ragioni, i deputati 5 stelle, pur esprimendo apprezzamento per quanto fatto dal Parlamento finora, chiedono "ulteriori misure di sicurezza come l'immediata interruzione di tutti i lavori parlamentari, compresa la prossima sessione plenaria, come misura precauzionale”. A questo appello si aggiunge quello rivolto all'Eurogruppo dai colleghi pentastallati della commissione Esteri della Camera, i quali chiedono il rinvio della riforma del Mes, già spostata a marzo per pressioni dell'Italia e adesso in dirittura d'arrivo: "Il prossimo Eurogruppo sul Mes va rinviato. L'emergenza Covid 19 cambia qualsiasi priorità in Europa e non consente che impegni di cosi' grande portata come il Mes siano cambiati in modo sbrigativo mentre il quadro di riferimento muta assai più rapidamente e con un forte potenziale di instabilità". L'appello arriva dopo che la Lega, da sempre contraria alla riforma, ha rilanciato le polemiche. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Commozione e rabbia per il suicidio di Alysson in Belgio: "È il simbolo dei dimenticati della crisi"

  • L'Olanda legalizzerà la 'liquefazione' in alternativa alla cremazione o alla sepoltura dei morti

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • In Romania una persona su quattro non ha i servizi igienici in casa, in Italia in 360mila

  • “La Germania confina con l’Italia”, la gaffe della presidente della Commissione von der Leyen

  • Perché Polonia e Ungheria bloccano il Recovery fund (e i fondi per l'Italia). E cosa c'entrano i migranti

Torna su
EuropaToday è in caricamento