Coronavirus, Olimpiadi di Tokyo a rischio: “Impossibile posticipare l’evento”

La decisione sui Giochi dovrebbe arrivare entro fine maggio, quando la situazione sarà più chiara. Ma i membri del comitato olimpico ritengono probabile la cancellazione delle competizioni sportive. E per il Giappone sarebbe la seconda volta, dopo l’annullamento del 1940

Le Olimpiadi di Tokyo, previste per le settimane a cavallo di luglio e agosto 2020, potrebbero essere annullate per colpa del coronavirus. A rivelarlo è un membro del Comitato olimpico internazionale (Cio), l’ex campione di nuoto Dick Pound. La celebrità dello sport canadese, che fa parte del Cio dal 1978, ha rivelato all’agenzia americana Associated Press che la decisione finale sull’opportunità di aprire o meno i Giochi olimpici verrà presa in una finestra temporale di tre mesi. C’è quindi tempo fino a fine maggio per stabilire se la gravità dell’epidemia di coronavirus, arrivata anche in Giappone, sarà tale da convincere i membri del Cio a un clamoroso annullamento della manifestazione sportiva che si tiene ogni quattro anni. 

La decisione

Se il Cio deciderà che i Giochi non possono iniziare come previsto, “probabilmente si andrà verso una cancellazione”, spiega Dick Pound. “Per quanto ne sappiamo finora, andremo a Tokyo”, dice l’ex campione di nuoto, che invita i partecipanti a “concentrarsi sullo sport” e di non avere timore di essere catapultati “dal Cio in un contesto di pandemia”. 

Impossibile posticipare

Le possibilità di rinviare l’evento sarebbero invece remote. “Non si può rimandare un evento come le Olimpiadi”, sottolinea Pound. “Ci sono così tante parti in movimento, così tanti Paesi coinvolti, stagioni competitive e stagioni televisive, che non puoi semplicemente dire: Le faremo ad ottobre”, ha spiegato il campione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il precedente 

Le Olimpiadi moderne, che risalgono al 1896, sono state cancellate solo nel 1940, durante la seconda guerra mondiale. E anche in quell’occasione, i Giochi si sarebbero dovuti tenere nella capitale giapponese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ue indaghi sui Paesi che chiedono i coronabond", bufera sul ministro olandese

  • "Il Mes ve lo potete tenere", "No ai coronabond": nell'Ue niente intesa sulle misure anti-Covid

  • Migranti, Ue e Italia trovano accordo: "Se li salviamo, li portiamo in Grecia"

  • "Deputati a casa, ma chiedono rimborso viaggi", ma il Parlamento dice 'no'

  • "Lega blocca gli aiuti Ue all'Italia per farsi pubblicità", l'accusa di Pd e M5s

  • Lo strano fronte anti-Coronabond: dagli alleati di Berlusconi a quelli di Salvini, Pd e M5s

Torna su
EuropaToday è in caricamento