Coronavirus, le lobby della prostituzione chiedono aiuto: "Non riusciamo più a lavorare"

I sindacati di categoria offrono già pacchi alimentari, sussidi economici e sostegno psicologico a chi non riesce ad andare avanti. L'appello per un supporto dagli Stati e dalle istituzioni Ue

Una rete di organizzazioni a sostegno e in difesa della prostituzione in Europa ha invitato i Governi nazionali e le istituzioni dell'Ue a includere le prostitute nei regimi di aiuti sociali ed economici messi in atto per aiutare le persone che non possono lavorare a causa della pandemia di Covid-19.

Solidarietà dei sindacati di categoria

“La situazione è critica”, ha affermato Sabrina Sanchez, rappresentante del Comitato internazionale per i diritti delle lavoratrici del sesso in Europa (ICRSE) e segretaria del sindacato spagnolo Organización de trabajadoras sexuales, OTRAS. Finora, le organizzazioni di categoria si sono organizzate per fornire supporto diretto ai lavoratori distribuendo pacchi alimentari, denaro per coprire l'alloggio e le necessità di base, oltre a offrire supporto psicologico e amministrativo.

"Basta con la logica punitiva"

“Invece di affrontare il lavoro sessuale attraverso una lente ideologica e punitiva, le istituzioni e gli Stati europei devono attuare politiche basate sui diritti”, ha affermato la lobby delle prostitute.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'allarme

Si avverte inoltre che l'impatto economico della pandemia porterà ad un aumento del numero di donne e di persone LGBTIQ che mettono a disposizione servizi sessuali per compensare la perdita di reddito e pagare i debiti accumulati durante la crisi, come accaduto dopo la crisi finanziaria del 2008.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Ue "promuove" la Calabria sul Covid: unica regione verde in Italia e tra le poche in Europa

  • Il décolleté della premier divide la Finlandia: "Fa la modella invece di pensare al Covid"

  • Altro che Mes, l'Italia pronta a rinunciare anche ai prestiti del Recovery fund

  • Conte va via e lascia Merkel a rappresentare l'Italia al vertice Ue. La Lega attacca (ma è la prassi)

  • È vero che l'Ue vuole tassare la prima casa? Sì, ma solo se sei ricco

  • Il villaggio di Babbo Natale è in crisi per colpa del Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento