"Lega blocca gli aiuti Ue all'Italia per farsi pubblicità", l'accusa di Pd e M5s

Fratelli d'Italia rispetta l'accordo con le altre forze politiche Ue e non presenta emendamenti alle proposte anti-Covid. Ma gli eurodeputati di Salvini non ci stanno e chiedono modifiche ai testi in Aula, rischiando di bloccarli

A Bruxelles è polemica tra gli europarlamentari italiani per via della decisione della Lega di presentare emendamenti alle proposte anti-coronavirus votate questa mattina. L’iter d’approvazione accelerato, dettato dall’urgenza delle misure, potrebbe infatti arenarsi nei tempi lunghi della macchina politica Ue nel caso in cui all’Eurocamera dovesse arrivare l’ok a una o più modifiche delle proposte della Commissione europea già concordate con il Consiglio, dove sono rappresentanti i Governi nazionali. E proprio mentre i capi di Stato e di Governo sono riuniti in videoconferenza, al Parlamento europeo scoppia la bagarre tra Pd e M5s da una parte e la Lega dall’altra.

Pd: "Irresponsabilità verso l’Italia"

“Abbiamo la responsabilità di essere seri”, ha detto questa mattina il capodelegazione del Partito democratico, Brando Benifei, paventando il rischio che le altre forze politiche “presentino qualche emendamento per farsi belli di fronte a qualche attività produttiva in difficoltà per questa tragedia”. L’approvazione di modifiche sarebbe “un atto di gravissima irresponsabilità verso l’Italia e del suo interesse nazionale: bloccare la procedura d’urgenza con emendamenti pubblicitari significa fare male al nostro Paese in maniera gravissima”, conclude il dem.

M5s: "Ritarderebbero l'erogazione"

“Gli europarlamentari della Lega sono degli irresponsabili”, scrive in una nota Rosa D'Amato europarlamentare del Movimento cinque stelle. “Hanno presentato degli emendamenti alla proposta di finanziamenti europei nella lotta contro il coronavirus che, se approvati, ritarderebbero almeno di alcune settimane l'erogazione dei fondi”. “Siamo i primi a pretendere dall'Europa che faccia di piu' e meglio - aggiunge - ma l'Italia ha bisogno di questi fondi subito, i cittadini non possono aspettare”

La posizione di Fratelli d'Italia

Se Pd e M5s si sono compattati con decisione sulla necessità di difendere i testi così come sono, più difficile è la decisione degli esponenti di Fratelli d’Italia. Stando a quanto riferiscono fonti vicine ai Conservatori europei, pur aderendo all'accordo tra i gruppi che prevede lo stop agli emendamenti alla proposta della Commissione, i deputati di Fratelli d'Italia si riservano di valutare nel merito il contenuto degli emendamenti presentati dalla Lega e di agire di conseguenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parole di Sassoli

Intervenendo in conferenza stampa, il presidente dell’Eurocamera, David Sassoli, ha detto: ”Abbiamo fatto di tutto per consentire il massimo di dibattito e di partecipazione alle scelte che oggi il Parlamento europeo sta facendo sul pacchetto della Commissione”. “Naturalmente - aggiunge Sassoli - non spetta a me giudicare gli emendamenti, mi auguro che tutto questo non intralci il meccanismo che il pacchetto prevede, che è quello di dare risposte immediate alle esigenze che i nostri paesi e aziende stanno chiedendo, spero che questo non rallenti”, ha concluso. Non resta che aspettare al risultato dei voti, che sarà pubblicato alle 20.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • L'Irlanda mette in quarantena chi arriva dall'Italia

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • Nuovi lockdown a Madrid, a Marsiglia terapie intensive piene. In Ue avanza la seconda ondata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento