In Ue gli italiani sono i più delusi della risposta dell'Europa alla crisi

Per evitare le divisioni tra Stati il 78% dei cittadini vorrebbe dare alle istituzioni europee maggiori competenze per poter affrontare meglio le situazioni di emergenza. E tra le priorità degli europei, l'ambiente scende al quarto posto

Italiani maglia nera dell’insoddisfazione. I nuovi dati del sondaggio Eurobarometro arrivano a poche ore dall’inizio dell’ennesima “riunione decisiva”, solo l’ultimo di una lunga serie di appuntamenti di confronto e scontro tra le diverse ricette di ripresa dalla crisi, portate ai tavoli di Bruxelles dai rispettivi sostenitori. E anche se la partecipazione di persona dei 27 capi di Stato e di Governo dà tutto un altro sapore alla riunione del Consiglio europeo di venerdì 17, la domanda che si pongono gli osservatori rimane sempre a stessa: “Siete soddisfatti dei provvedimenti che ha preso finora l’Ue per affrontare la pandemia di Covid-19?”. La risposta è ‘no’ per il 65% degli italiani che hanno partecipato al sondaggio. Nessun Paese Ue ha un indice così alto di delusione. 

Schermata 2020-07-14 alle 16.03.51-2

Il Recovery Fund secondo l'opinione pubblica

Negli ultimi due mesi la Commissione europea ha però annunciato un piano di ripresa, noto come Recovery Fund, che assegnerebbe all’Italia l’ammontare di risorse più alto rispetto agli altri Stati membri. Una promessa che potrebbe avere contribuito a far rialzare il tasso di gradimento dell’azione Ue di 9 punti percentuali rispetto alla precedente rilevazione compiuta a maggio. 

Schermata 2020-07-14 alle 16.06.12-2

Italiani più attenti

Ma l’alta aspettativa degli italiani è una spada a doppio taglio, come indicato anche dai dati dell’Eurobarometro sulla consapevolezza delle azioni e dei provvedimenti presi dall’Ue per rispondere alla crisi pandemica. Stando alle risposte del sondaggio, un italiano su due si dice al corrente delle decisioni annunciate dall’Ue, mentre il 36% sostiene comunque di averne sentito parlare. Numeri che segnano il primato dell’Italia in Europa quanto alla consapevolezza dei piani Ue. Un chiaro segnale che gli italiani si stanno interessando della politica europea molto più che in passato, ma che non corrisponde a un tasso di soddisfazione più alto per il lavoro svolto a Bruxelles. 

Schermata 2020-07-14 alle 16.08.13-2

Più competenze all'Europa

Le basse percentuali di apprezzamento per le contromisure europee alla crisi del coronavirus non si traducono in un desiderio degli italiani di ridurre il ruolo dell’Europa nella gestione dell’emergenza sanitaria ed economica. Al contrario, il 78% degli italiani - così come il 68% degli europei - sostengono che l’Ue dovrebbe avere maggiori competenze per affrontare crisi come quella pandemica. 

Schermata 2020-07-14 alle 16.10.25-2

Spesa sanitaria

A livello europeo si registrano cambiamenti significativi con riferimento alle priorità dei cittadini. Mentre negli ultimi mesi del 2019 di era registrato un primato di interesse degli europei sulle questioni ambientali e sul cambiamento climatico, oggi si evidenzia una nuova preoccupazione che i cittadini dei 27 Stati membri, lo stato della sanità pubblica, che vorrebbero vedere finanziata dal bilancio comunitario. Seguono gli investimenti per la ripresa economica e la disoccupazione, mentre le questioni ambientali scendono al quarto posto nella lista delle priorità per le quali gli europei vorrebbero che venissero destinate somme più consistenti del bilancio europeo. 

Schermata 2020-07-14 alle 16.13.09-2

Per gli italiani la priorità è l'economia

Anche su questo capitolo si registra una distanza di vedute tra gli italiani e la maggioranza degli altri cittadini europei. Gli abitanti del Belpaese vorrebbero infatti che l’Europa investisse più soldi nella ripresa economica e nelle nuove opportunità per le imprese. Dati che evidenziano un nuovo interesse degli italiani per le questioni di bilancio e politica economica decise in sede Ue, ma solo dopo un lungo confronto con i Governi nazionali e il Parlamento europeo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Schermata 2020-07-14 alle 16.15.04-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Per l'Ue anche l'Italia è zona rossa: si salva solo la Calabria (che però perde il "bollino" verde)

  • Svezia sicura della sua strategia, elimina anche le restrizioni per anziani e vulnerabili

  • L'Olanda manda i malati di Covid in Germania: "Nelle terapie intensive solo 200 posti ancora liberi"

  • Dopo la Brexit il Regno Unito pensa di espellere i senzatetto stranieri

  • La Corte Ue "salva" il taglio dei vitalizi agli eurodeputati italiani

  • Erdogan su Macron: "Ha problemi mentali". Conte col presidente francese: "Parole inaccettabili"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento