Coronavirus, Italia a corto di mascherine chiede forniture all'Ue

Attivato il Meccanismo europeo di protezione civile. Bruxelles loda la risposta del Paese all'emergenza: "Le autorità italiane sono state proattive e trasparenti sin dall'inizio"

Con la paura del coronavirus che si diffonde in molte parti d'Italia è difficile trovare le mascherine protettive. Per questo il nostro paese ha chiesto all'Unione europea di intervenire. La richiesta di fornitura è stata fatta attraverso il Meccanismo Ue per la protezione civile.

Misura preventiva

“Si tratta di una misura di preparazione delle autorità italiane che, semplicemente, intendono pianificare la possibile necessità di avere tali articoli in più per proteggere le persone”, ha spiegato una portavoce della Commissione europea, secondo cui “è una procedura molto comune, quando un Paese ha bisogno di un determinato bene può chiederlo agli altri Paesi che lo forniranno su base volontaria”. Al momento però, ha concluso “non è stato indicato di quante maschere avranno bisogno”. La richiesta in ogni caso è stata girata a tutti i partner europei.

Bene la risposta alla crisi

"L'Italia fa parte della famiglia europea e faremo di tutto per aiutare. Innanzitutto ci stiamo assicurando che i nostri Paesi siano preparati e per questo stiamo facilitando lo scambio di informazioni in tempo reale tra le capitali”, ha dichiarato il commissario europeo alla Gestione delle crisi, Janez Lenarcic a La Repubblica. “Con il Meccanismo possiamo anche facilitare il dispiegamento sul territorio degli Emergency Medical Corps, squadre composte da medici e laboratori. Possiamo inoltre fornire sostegno logistico e finanziario per il trasporto di equipaggiamento medico tra i diversi partner Ue”, ha spiegato il commissario, ma per il momento il nostro Paese non ha fatto questa rchiesta. Sull'emergenza "le autorità italiane sono state proattive e trasparenti sin dall'inizio della crisi e questo è esattamente il tipo di approccio che ognuno dovrebbe avere”, ha aggiunto lodando il nostro Paese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento