Martedì, 22 Giugno 2021
Attualità

Il pazzo coprifuoco di Bruxelles: scatta alle 22, revocato a mezzanotte

Surrealismo al potere nella capitale belga. L’abolizione del divieto di circolare entra in vigore da sabato, ma venerdì bisogna essere a casa alle 10 di sera. E dopo appena 2 ore si potrà tornare per strada

Foto di Antonio Ponte (www.flickr.com)

A casa per due ore di coprifuoco, poi liberi tutti. Dopo settimane di generale miglioramento della situazione epidemiologica, il Governo belga ha deciso di abolire il coprifuoco a partire da sabato, quando riapriranno anche i bar e i ristoranti con tavoli all’aperto. Ma mentre nel resto del Paese l’addio al coprifuoco entrerà in vigore da questa sera (venerdì, ndr), gli abitanti di Bruxelles saranno costretti a tornare a casa entro le 22, salvo poi essere di nuovo liberi di circolare a partire da mezzanotte. 

Il surrealismo al potere

La palese ingiustizia a danno dei brussellesi è dovuta a un ingorgo di misure per prevenire i contagi di Covid-19. La Regione Bruxelles, che comprende l’area vasta della capitale belga, ha infatti introdotto un coprifuoco dalle 22 alle 6 mattino. Le altre due regioni, la Vallonia e le Fiandre, hanno invece optato per un divieto di circolazione più leggero, da mezzanotte alle 5 del mattino. L’abolizione federale del coprifuoco in tutte le regioni del Paese ha quindi dato vita al divieto di circolare dalle 22 a mezzanotte di questa sera nella sola regione di Bruxelles. La città che negli anni ’20 del secolo scorso è stata la cornice del movimento culturale del surrealismo darà questa sera un’ennesima dimostrazione che l’avanguardia artistica di René Magritte ha contaminato il carattere dell’intera regione che custodisce le sue opere. Ma non tutti sembrano apprezzare la coerenza artistica di Bruxelles, rappresentata anche dalla scelte della sua classe dirigente. 

Le critiche

“Sembra una battuta belga, e non è nemmeno di quelle buone”, è stato il commento a caldo di Gilles Verstraeten, parlamentare della Regione Bruxelles per il partito N-VA (Nuova Alleanza Fiamminga). Per il politico della destra nazionalista fiamminga il coprifuoco-lampo imposto a Bruxelles è qualcosa di “incomprensibile”. “La mia soglia di tolleranza per tali assurdità ha ormai raggiunto il limite”, ha aggiunto il deputato in un intervento sul canale televisivo Vrt. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pazzo coprifuoco di Bruxelles: scatta alle 22, revocato a mezzanotte

EuropaToday è in caricamento