Sabato, 25 Settembre 2021
Attualità

Scontri a Parigi tra la polizia e i pompieri scesi in piazza a protestare

I vigili del fuoco lamentano la scarsità di personale, le dure condizioni di lavoro e rivendicano un aumento del cosiddetto "bonus di rischio". Due di loro hanno dato fuoco alle loro divise

Scontri a Parigi tra la polizia e i vigili del fuoco che erano scesi in piazza per chiedere migliori condizioni di lavoro ed aumenti salariali.

I motivi della protesta

Alla mobilitazione, avvenuta nel mezzo delle proteste e tensioni che si registrano da settimane in Francia contro la riforma delle pensioni, hanno partecipato migliaia di pompieri per contestare la scarsità di personale, le dure condizioni di lavoro e per rivendicare un aumento del cosiddetto "bonus di rischio", fermo dal 1990. Armati di fischietti e sirene, tra fumogeni colorati, i vigili del fuoco sono partiti da Place de la Republique verso le 14. Durante la manifestazione, due vigili del fuoco hanno addirittura dato fuoco alle loro divise ignifughe in segno di protesta.

Gli scontri

Ma le tensioni sono scoppiate quando un gruppo di manifestanti ha cercato di uscire dal percorso autorizzato. A questo punto sono intervenute le forze dell'ordine che hanno lanciato gas lacrimogeni e caricato con i manganelli i dimostranti che avevano iniziato a lanciare oggetti e petardi. Secondo la prefettura di Parigi ai disordini hanno partecipato tra le 200 e le 300 persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri a Parigi tra la polizia e i pompieri scesi in piazza a protestare

Today è in caricamento