menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
EPA/JIM LO SCALZO

EPA/JIM LO SCALZO

Conduttrice Usa prende in giro studente sopravvissuto a sparatoria, lui si vendica: Nestlé e TripAdvisor boicottano lo show

Ben 11 grossi inserzionisti hanno disdetto i loro contratti pubblicitari con lo show di Fox News condotto da Laura Ingraham, rea di aver ironizzato sui risultati scolastici di David Hogg, salvatosi dal massacro di Parkland e divenuto uno dei leader della protesta contro le lobby delle armi

Un 17enne sta mettendo in imbarazzo uno dei giganti dell'informazione statunitensi, Fox News. E rischia di far chiudere i battenti a uno dei suoi programmi di punta, il The Ingraham Angle. Lui si chiama David Hogg, è sopravvissuto alla sparatoria nella scuola di Parkland, dove hanno perso la vita 17 persone, ed è diventato uno dei leader della protesta contro le lobby delle armi. Quando la conduttrice dello show della Fox, Laura Ingraham, lo ha preso in giro su Twitter per i suoi risultati nei test di ammissione al college, il giovane ha replicato invitando gli inserzionisti del programma a ritirare le loro pubblicità: a oggi, 11 grosse aziende, tra cui Nestlé e TripAdvisor, lo hanno fatto. E lo spettacolo è stato sospeso.

La marcia su Washington

La vicenda è sintomatica delle polemiche che stanno dividendo gli Stati Uniti dopo la sparatoia di Parkland e soprattutto dopo la nascita (e la repentina crescita) del movimento anti-armi che lo scorso weekend ha portato migliaia di studenti a marciare su Washington. E' stato proprio nei giorni successivi alla marcia che la conduttrice Ingraham, considerata molto vicina ai conservatori e alla lobby delle armi,  ha avuto la buona idea di attaccare Hogg, scrivendo su Twitter che il giovane era stato “rifiutato da quattro università” e che “piagnucolava” per questo motivo. 

Il boicottaggio

Hogg ha reagito prontamente invitando gli inserzionisti dello show al boicotaggio. I primi a cancellare gli annunci sono stati Nutrish, una linea di alimenti per animali, a cui hanno fatto seguito, tra gli altri, TripAdvisor, Wayfair, Nestlé, Hulu, Expedia e Stitch Fix. Secondo CBS News, altre quattro aziende hanno abbandonato lo show venerdì, tra cui Johnson & Johnson. 

Le scuse

Ingraham ha provato a scusarsi, ma il danno ormai era fatto. Hogg le ha risposto su Twitter: “Le scuse nel tentativo di salvare i tuoi inserzionisti non sono sufficienti. Accetterò le tue scuse solo se denuncerai il modo in cui la tua rete ha trattato me e i miei amici in questa lotta. È tempo di amare il prossimo, non di prendere in giro i ragazzi”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

EuropaToday è in caricamento