rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Il caso / Germania

La squadra tedesca che toglie dalle maglie lo sponsor della russa Gazprom

La decisione dello Shalke 04. Poche ore prima uno dei suoi dirigenti, Matthias Warnig si era dimesso: è anche Ceo di Nord Stream 2

Lo Schalke 04, storico club del calcio tedesco, non avrà più sulle maglie il nome del suo main sponsor, il gigante del gas russo Gazprom. La decisione è arrivata in seguito allo scoppio della guerra in Ucraina e alla decisione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden di sanzionare uno dei dirigenti del club, Matthias Warnig, per il suo ruolo di amministratore delegato di Nord Stream 2, il gasdotto di Gazprom finito al centro delle tensioni internazionali. 

Warnig, dopo essere venuto a conoscenza delle sanzioni, ha rassegnato le dimissioni. "Non appena tutti i processi formali da seguire saranno stati completati, lascerà anche il consiglio di sorveglianza dell'FC Schalke 04", ha dichiarato in una conferenza stampa il portavoce della squadra Marc Siekmann. Tutti nel club sono “scioccati dagli eventi che stanno accadendo in Europa”, continua Siekmann, che ha annunciato poche ore dopo la decisione della dirigenza di eliminare il nome di Gazprom dalle maglie.

Il club, già ricoperto da circa 200 milioni di euro di debiti, rischia così di perdere lo sponsor che l’ha tenuto a galla finora. Il contratto durerà fino al 2025, ma l’esperto di marketing Raphael Brinkert ha nel frattempo individuato un gruppo di sponsor sostitutivi nel caso in cui il rapporto con Gazprom dovesse cessare. 

L’allenatore Grammozis ci tiene comunque a sottolineare che la squadra si schiera dalla parte della convivenza pacifica, e che la violenza non fa parte dell’identità del club. Le sue buone intenzioni erano già emerse giovedì, quando la scritta Gazprom era stata rimossa dalla giacca dell’allenatore. Nel frattempo, il quotidiano tedesco Bild aveva scelto di oscurare il nome dello sponsor nelle foto dello Schalke, sostituendolo con la scritta “libertà per l’Ucraina”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La squadra tedesca che toglie dalle maglie lo sponsor della russa Gazprom

Today è in caricamento