Venerdì, 30 Luglio 2021
Attualità

Ciclista scaraventa a terra con una ginocchiata una bimba nel giorno di Natale, arrestato

In una stradina di un altopiano del Belgio l'uomo si è infastidito del fatto che la piccola, di soli cinque anni, non si fosse scostata. Il video ha fatto il giro della rete scatenando l'indignazione generale e l'autore del gesto alla fine si è costituito

Stava andando in bicicletta nel giorno di Natale in una stradina dell'altopiano delle Hautes Fagnes in Belgio, vicino Liegi, e pensava forse che quella strada fosse sua e che nessun altro avesse il diritto di percorrerla infastidendo il suo cammino. E così un ciclista quando si è trovato la strada sbarrata da una bambina di cinque anni, che stava a sua volta passeggiando sotto la neve insieme alla sua famiglia, prima ha suonato il campanello e visto che la piccola non si spostava si è infervorato e passandole a fianco le ha dato di proposito una ginocchiata buttandola a terra prima di scappare via.

Nessuna scusa

Il tutto è avvenuto davanti alla telecamera dello smartphone del padre della bambina, che stava riprendendo quella che inizialmente era una gioiosa camminata. "Gli ho chiesto che problemi avesse per fare una cosa del genere e lui ha detto 'Ho suonato il campanello, ti devi spostare.' Francamente, se si fosse scusato, non ne avrei fatto un grosso problema. Ma per lui è stata colpa nostra ... ", ha spiegato il padre della piccola alla stampa locale. In seguito alla caduta l'uomo ha deciso di portare sua figlia al pronto soccorso per assicurarsi che tutto andasse bene. "Avevamo paura che avesse una frattura", ha spiegato, ma così non è stato per fortuna. Contro l'ignoto ciclista è stata sporta una denuncia e il video del gesto è stato poi pubblicato sui social facendo subito il giro della rete, creando una forte indignazione al punto tale da diventare un caso nazionale.

L'inchiesta e il fermo

Come racconta il quotidiano belga DH domenica scorsa il ciclista avrebbe chiamato il papà della bambina. "Ci ha chiamato in privato senza identificarsi, ci ha chiesto di ritirare la denuncia. Gli abbiamo strappato una parvenza di scuse. Ma non abbiamo notato nessun rimorso, quindi non ho ritirato nessuna denuncia", ha raccontato l'uomo. Nel frattempo su richiesta dell'ufficio del procuratore di Liegi la polizia federale ha lanciato un'inchiesta e gli investigatori hanno chiesto a chiunque avesse avuto informazioni su questo fatto di contattare la polizia. A quanto pare alla fine è stato lo stesso ciclista, un uomo di 61 anni di cui non è stata svelata l'identità, a presentarsi alla polizia dove è stato messo in stato di fermo passando una notte in cella prima di finire davanti a un giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ciclista scaraventa a terra con una ginocchiata una bimba nel giorno di Natale, arrestato

Today è in caricamento