rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Il personaggio / Ucraina

Da comico a nemico numero 1 di Putin, luci e ombre del presidente ucraino Zelensky

Considerato una sorta di Beppe Grillo di Kiev, ha resistito agli scandali per i suoi rapporti con un'oligarca anti-russo e con Donald Trump. Ma adesso potrebbe venire eliminato dal Cremlino

Al vertice Ue straordinario sulla situazione in Ucraina si è presentato in videochiamata con una maglietta grigia a maniche corte, a mostrare ai leader europei la situazione di assedio in cui si trova non solo il suo Paese, ma anche lui e la sua famiglia. "Il nemico ha designato me come bersaglio numero uno e la mia famiglia come bersaglio numero due", ha detto, assicurando che non lascerà Kiev ("Resto negli alloggi del governo insieme ad altri") e facendo commuovere Mario Draghi. Lui è Volodymyr Zelensky, presidente ucraino, fino a quattro anni fa uno dei comici televisivi più famosi dell'Ucraina. E oggi simbolo della resistenza all'invasore russo.

Ancora oggi, su Youtube, si possono trovare tracce delle sue performance artistiche: in uno show televisivo satirico si esibiva facendo finta di suonare il piano con il suo pene per cinque minuti. Ma guai a ridurlo a un comico da avanspettacolo. Nel suo show più conosciuto, "Il servo del popolo", Zelensky ha interpretato un personaggio immaginario di nome Vasily Goloborodko, un insegnante di liceo sulla trentina che si sveglia una mattina e scopre di essere stato eletto presidente del Paese con oltre il 60 per cento dei voti popolari. Tutto merito di un video di una sua lezione in cui inveiva contro la corruzione nel Paese, postato da un suo studente e diventato virale. Dietro quel personaggio, e altri da lui creati, Zelensky ha costruito una sorta di manifesto politico, ma pochi pensavano che la finzione si sarebbe trasformata in realtà. 

Anche quando annunciò la sua candidatura alla presidenza dell'Ucraina nel 2019 sembrava (almeno all'estero) più un'operazione mediatica, una boutade. Invece, a 42 anni, Zelensky è diventato il nuovo leader del Paese a suon di voti. Molti, all'epoca, preannunciavano per lui gaffe e disastri diplomatici, mentre altri sottolineavano i suoi rapporti con "uno degli oligarchi più ricchi e corrotti dell'Ucraina, Igor Kolomoisky", ricorda il New York Post. In altre parole, i critichi lo descrivevano come un dilettante allo sbaraglio e un burattino dei poteri forti. 

Sono passati quesi tre anni da allora, e Zelensky ha finora stupito anche i suoi più strenui oppositori. Con grande sorpresa di molti, il leader ucraino, che è cresciuto nella parte sudorientale del Paese dove si parla prevalentemente la lingua russa (e che sta usando in questi giorni per rivolgersi ai russi anti-Putin), "non è stato un cattivo leader, anche prima dell'invasione" di Mosca, scrive il New York Post. Si è ribattezzato crociato contro gli oligarchi, sembra rompendo i legami con Kolomoisky.

"Ha mantenuto un governo unificato" mantendendo le distanze sia dalle pressione della Russia, sia da quelle degli Stati Uniti, dice Russ Bellant, un ricercatore ucraino di lunga data. “Sa di essere nel mezzo di un gioco più grande tra i superpoteri e sembra sapere cosa sta facendo. Si sta gestendo abbastanza bene. Sa cosa c'è davvero in gioco. E sa cosa è successo a Viktor Yanukovich". Yanukovich è stato il quarto presidente dell'Ucraina: accusato di aver stretto un patto con Putin per dare a Mosca carta bianca sull'annessione della Crimea, è stato rovesciato durante la rivoluzione di Maidan del 2014. Quella rivoluzione, spostò l'asse del potere a Kiev nuovamente verso l'Occidente, ma fece emergere anche il lato oscuro delle classe dirigente ucraina pro-Ue e pro-Nato.

Tra questi c'era Kolomoisky: fondatore della PrivatBank, la più grande banca commerciale in Ucraina prima che fosse nazionalizzata nel 2016, il miliardario non si è limitato al mondo degli affari, e ha utilizzato le sue risorse per perseguire una personale guerra contro la Russia e gli ucraini filorussi: "Ha schiacciato i separatisti russi con le sue stesse unità paramilitari, chiamato Putin un 'nano schizofrenico',  presumibilmente ha ordinato omicidi a contratto e spesso ha dato da mangiare a uno squalo vivo in un enorme acquario nel suo ufficio per intimidire gli ospiti", racconta sempre il New York Post.

L'Fbi ha iniziato a indagare su Kolomoisky nel 2019 per crimini finanziari che coinvolgono alcuni dei suoi interessi statunitensi. I pubblici ministeri americani hanno affermato che lui e un partner avrebbero sottratto e truffato la PrivatBank di miliardi e riciclato parte del denaro tramite le loro partecipazioni in aziende negli Stati Uniti. L'anno scorso è stato anche ufficialmente sanzionato dagli Stati Uniti, tra le altre cose, per aver minato la democrazia in Ucraina.

Durante la sua campagna presidenziale, Zelensky ha girato il Paese a bordo di una Mercedes antiproiettile intestata a un socio in affari suo e allo stesso Kolomoisky. Ma una volta eletto, i suoi rapporti con il magnate ucraino si sarebbero progressivamente diradati. Nel frattempo, Zelensky sarebbe finito nelle grazie dell'allora presidente Usa Donald Trump. Nel luglio 2019, fece scalpore la rivelazione di una telefonata di Trump a Zelensky in cui l'ex capo della Casa Bianca chiedeva al leader di Kiev di aiutarlo a indagare sulle presunte attività di corruzione svolte dalla famiglia Biden in Ucraina. La telefonata fece scoppiare uno scandalo, da cui emersero rapporti commerciali non proprio chiari tra il figlio dell'attuale presidente Usa, Hunter, e alcuni magnati ucraini.

Zelensky, a ogni modo, è uscito dalle polemiche destreggiandosi con un'abilità politica per molti sorprendente tra le complesse e pericolose sacche sia della politica interna, sia dei rapporti con Russia, Stati Uniti e Ue.  Alcuni analisti, in queste settimane, hanno sottolineato come il leader ucraino si sia dimostrato finora più che all'altezza dinanzi all'escalation russa. Altri, invece, lo accusano di non aver saputo far leva sull'Occidente per frenare l'avanzata di Putin. Un errore che potrebbe adesso pagare con la sua vita e con quella delle moglie Olena e dei figli Kiril e Aleksandra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da comico a nemico numero 1 di Putin, luci e ombre del presidente ucraino Zelensky

Today è in caricamento