rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Operazione inganno / Repubblica Ceca

Carri armati e aerei gonfiabili: così l'Ucraina "confonde" l'esercito russo

Un ditta ceca rifornisce Kiev di finti mezzi militari: "Grazie a Putin abbiamo raddoppiato il nostro giro d'affari"

A Decin, cittadina della Repubblica ceca a due passi dalla Germania, una fabbrica produce carri armati, mezzi per il trasporto di armi e munizioni, ma anche aerei. E da quando è scoppiato il conflitto in Ucraina, il suo proprietario vanta di aver raddoppiato il giro d'affari. Nulla di straordinario, vista la gigantesca mole di forniture militari inviate dai Paesi europei a Kiev. Solo che i tank e i jet di questa fabbrica non sparano né volano, essendo delle riproduzioni. Per la precisione, dei gonfiabili a grandezza reale. 

Li produce la Inflatech, e stando a quanto scrive Le Monde, sono diventati un artificio vitale per l'esercito ucraino di fronte ai bombardamenti russi. Già, perché visti da lontano, tali riproduzioni difficilmente sono distinguibili dagli originali. E così, pare che Kiev ne abbia ordinati in grandi quantità per ingannare l'artiglieria nemica.

Una simulazione dei mezzi di Inflatech-2

Il capo dell'azienda, Victor Talanov, non conferma le forniture per l'esercito ucraino, ammette, ma neanche le smentisce. "Putin ha fatto una buona operazione di marketing per noi, abbiamo raddoppiato il nostro giro d'affari nel 2022", si limita a dire al quotidiano francese. L'azienda impiega circa venticinque persone, tra cui diverse donne ucraine. Propone una trentina di modelli gonfiabili, ciascuno dei quali costa in media 25mila euro. Per renderli ancora più simili alla realtà, la Inflatech ha sviluppato un sistema di riscaldamento e di areazione capace di ingannare le telecamere a radar termici notturni. 

Gli "scenari di utilizzo" sono diversi: per esempio, spiega l'azienda, se "si riceve un'informazione sulla presenza di un sistema di artiglieria nemico, in cinque minuti (il tempo necessario a gonfiarli, ndr) puoi nascondere i tuoi carri armati e sostituirli con le nostre esche". Le quali saranno bombardate al posto dei tank reali. Un metodo non nuovissimo, a dirla tutta: durante la seconda guerra mondiale, gli Alleati condussero l'operazione "Fortitude" per ingannare i nazisti sul luogo dello sbarco in Normanda, costruendo anche degli aerei di cartapesta. Kiev spera che il successo di quella operazione sia di buon auspicio. 

Continua a leggere su Today

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carri armati e aerei gonfiabili: così l'Ucraina "confonde" l'esercito russo

Today è in caricamento