rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Università olandesi

Capelli bruciati e corse a piedi nudi sui vetri rotti: sanzionate due confraternite

Nel mirino il nonnismo della organizzazioni studentesche che costringono gli aspiranti membri a riti d’iniziazione umilianti e pericolosi

Studenti universitari del primo anno costretti a correre completamente nudi, spinti a calpestare vetri rotti o addirittura cosparsi di cera bollente. Quello che può sembrare un manuale di torture in realtà non è altro che la cronaca degli abusi che si sono verificati in due confraternite studentesche olandesi. Si tratta del Delftsch Studenten Corps (nota come Dsc) e della Virgiel. Nella sezione femminile della prima organizzazione alcune ragazze sono state sottoposte alla prova della cera bollente versata direttamente sui corpi nudi. I capelli di una delle vittime degli abusi hanno preso fuoco durante il rito d’iniziazione. 

Le denunce e i rapporti di indagine raccolti lo scorso anno dal quotidiano olandese Volkskrant hanno creato forte indignazione nella comunità accademica di Delft, la città in cui si sono verificati gli abusi, tanto che le due organizzazioni sono ora state formalmente rimproverate per le pratiche d’iniziazione, mentre il Dsc è stato bandito dall’introduction week del 2022, la settimana che precede l’inizio dei corsi e nella quale le università olandesi organizzano attività di introduzione alla vita accademica. Le confraternite sono solite dare un contributo importante alle giornate di benvenuto agli studenti, ma usano l’occasione anche per reclutare nuovi membri. 

Lo studente morto dopo aver bevuto 40 shot per entrare in una confraternita all'università

"Prendiamo ogni lamentela estremamente sul serio", ha garantito il presidente del Dsc in un articolo sulla rivista studentesca Delta dopo che sono venuti a galla gli abusi. La Virgiel ha invece definito “deplorevole” l’episodio nel quale i membri dell’organizzazione hanno spogliato uno studente lo hanno costretto a passare sui cocci di vetro. Il gruppo era già stato bandito dall’introduction week del 2018 dopo che uno studente aveva subito una grave commozione cerebrale durante un precedente episodio di nonnismo. In quell’occasione la confraternita non denunciò i responsabili dell’accaduto, ha ricordato da Dutch News.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capelli bruciati e corse a piedi nudi sui vetri rotti: sanzionate due confraternite

Today è in caricamento