Cancro al seno, il Parlamento Ue chiede maggiore accesso alla diagnosi precoce

La richiesta nella relazione che sta preparando l'eurodeputata Daniela Aiuto: "Ogni anno in Europa, oltre 93mila casi"

Una donna si sottopone a una mammografia © European Union 2013 - Source EP.

Chi si ammala di tumore al seno nel Nord Europa ha molte più probabilità di sopravvivere rispetto a chi vive al Sud. Ecco perché il Parlamento Ue sta preparando una relazione per promuovere una maggiore "coesione sociale anche dal punto di vista sanitario", che favorisca l'accesso alla diagnosi precoce anche da parte di quelle famiglie che, a oggi, non possono permetterselo.

“Il problema è questo - dice Daniela Aiuto, eurodeputata M5s, che sta preparando la relazione sul tema - la scarsità di risorse economiche, dovuta anche al lungo periodi di crisi, ha fatto sì che la soglia di gratuità per certi esami diagnostici sia stata molto elevata. Spesso non siamo messe nelle condizioni geografiche e economiche di poter accedere con facilità a queste analisi diagnostiche. Una famiglia italiana in cui la donna voglia fare una mammografia con periodicità almeno semestrale va incontro a costi che si aggirano intorno ai 1000 euro all’anno. Non tutte le famiglie in Italia oggi possono permettersi di spendere queste cifre. Cosa significa? Significa che molte donne a rischio rinunciano a fare prevenzione”.

Cancro al seno rappresenta il 7,2% di tumori Ue 

Il cancro al seno colpisce al petto uomini e donne ma le donne hanno una possibilità circa 100 volte più alta di sviluppare la malattia. Nel 2013 più di 93.000 persone sono morte a causa di questo tipo di tumore: più di 92.000 erano donne. Il tumore al seno è responsabile da solo del 7,2% di tutte le morti per cancro nell’Ue.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Negli anni il Parlamento europeo ha adottato diverse risoluzioni sul tumore al seno, ad esempio nel 2003 e nel 2006. Nel 2010 il Parlamento ha ribadito l’impegno dell’Unione europea nella lotta al tumore al seno assicurando la messa in pratica di programmi di screening, la creazione delle cosiddette unità mammarie e di un sistema di raccolta dati affidabile. A luglio 2015, è stata adottata la dichiarazione scritta sulla lotta contro il tumore al seno, in cui si chiede la messa in pratica di misure per combattere questa malattie in tutta Europa.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • "Chiamatemi Principessa", la figlia illegittima del re vuole i titoli. Ma la Casa reale dice no

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • La Germania ha deciso: il vaccino per il coronavirus sarà volontario

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • I profitti sono cresciuti del 35%, ma Amazon paga solo il 3% di tasse in più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento