Caldo record in Europa, anche i ciclisti del Tour de France protestano: “Il sindacato ci protegga”

Temperature fuori media a Parigi, Londra e Bruxelles a causa dei venti provenienti dal Nord Africa. Il tre volte campione del mondo Sagan sbotta a fine tappa contro i rappresentanti sindacali delle due ruote: “Per cosa vi paghiamo?”

Foto: ANSA EPA/YOAN VALAT

Il Nord Europa si scopre vulnerabile al grande caldo che caratterizza le estati mediterranee, ormai arrivato alle latitudini di Londra, Parigi, Amsterdam e Bruxelles. Secondo il Met Office del Regno Unito, nella giornata di oggi c'è una probabilità del 60% che a Londra il termometro possa salire al di sopra dell'attuale record fissato a 38,5 gradi. I gradi previsti sono infatti 39, un po’ troppi per le abitudini degli inglesi, ma certamente inferiori alle temperature che si registrano a Parigi e dintorni. Il caldo nella capitale francese potrebbe arrivare fino a 42 gradi a causa dell'aria calda e secca proveniente dal Nord Africa. Un’ondata di “canicule”, come la chiamano i francesi, che ha fatto perdere la pazienza anche ai ciclisti del Tour de France, abituati a pedalare per centinaia di chilometri al giorno. 

Tappe roventi

Peter Sagan, ciclista slovacco campione del mondo su strada per ben tre volte, soprannominato “Tourminator” e “Hulk” per le sue azioni in volata, alla fine della 16ma tappa del Tour ha sbottato: “Se farà così caldo anche nelle tappe di montagna per noi si mette male”. “Il Cpa (sindacato mondiale corridori, ndr) dovrebbe fare qualcosa per proteggerci”, ha detto il ciclista. “Per questo lo paghiamo, altrimenti perché pagarlo se non lo fanno?”, si chiede il professionista. Condizioni estreme, sottolineate anche da un tweet del vincitore della tappa di ieri, l'italiano Matteo Trentin, che ha comunque trovato un modo divertente quanto efficace per descrivere la sofferenza dei ciclisti. 

Il clima si surriscalda anche per l'Ue

In Germania, Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo e Svizzera si attendono temperature superiori ai 40℃. Persino nella “fredda” Francoforte sono previsti 39℃. Quello del riscaldamento globale è un tema che, giocoforza, è destinato a monopolizzare l’agenda delle istituzioni europee, dal momento che anche a Bruxelles e in Belgio sono previste temperature superiori ai 40℃. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • “Dal 1 gennaio basterà un ritardo di pagamento di 100 euro per finire nella blacklist delle banche”

  • Bimba di 2 anni uccisa dalla polizia, mobilitazione internazionale per chiedere giustizia

  • George Clooney attacca Orban: “In Ungheria solo rabbia e odio”. La replica: “Consigliato da Soros”

  • Sci, Austria contro l'Italia: "Nostri impianti resteranno aperti, se Ue ci obbliga ci risarcisca"

  • Dopo il confinamento la Francia vede la fine del tunnel. In Spagna a gennaio partono le vaccinazioni

  • Neonazismo e antisemitismo: si dimette l'alleato olandese di Giorgia Meloni

Torna su
EuropaToday è in caricamento