Vuoi diventare padre? Bevi tanto caffè

Secondo uno studio agli uomini basterebbero due tazzine al giorno la settimana prima di fare sesso per aumentare le possibilità del concepimento

ANSA/ARCHIVIO/FRANCO SILVI/DRN

Il caffè fa bene alla fertilità degli uomini e berlo prima di provare ad avere un figlio aumenta le possibilità del concepimento. Lo afferma una ricerca condotta negli Stati Uniti su 500 coppie, che ha rilevato che il giusto livello di caffeina negli uomini nella settimana prima che la coppia facesse sesso raddoppiava le possibilità di una gravidanza. Secondo lo studio basterebbero due tazzine di caffè al giorno. "Siamo rimasti piuttosto sorpresi. Questi risultati evidenziano l'importanza di certi fattori nello stile di vita durante le finestre sensibili della riproduzione", ha dichiarato Sunni Mumford, dello Eunice Kennedy Shriver National Institute of Child Health and Human Development, del Maryland, che ha guidato lo studio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La caffeina previene la decomposizione di sostanze chimiche come adenosina trifosfato e guanosina trifosfato, quindi è disponibile più energia per le cellule, compresi gli spermatozoi, in modo che possano nuotare più velocemente o più a lungo", ha spietato al Times Sheena Lewis, esperta di riproduzione alla Queen’s University Belfas, e per la dottoressa questa "e’ una buona notizia perché molti casi di sterilità sono causati da spermatozoi che sono nuotatori deboli". Questi risultati contraddicono studi precedenti che suggerivano che tè e caffè potessero danneggiare la fertilità maschile. L'anno scorso una review di 28 articoli sugli effetti dell’assunzione di caffeina sullo sperma, pubblicati sul Journal of Nutrition, aveva rilevato che questa potrebbe danneggiare il Dna degli spermatozoi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In Svezia non c'è la seconda ondata, l'epidemiologo di Stato: "La nostra strategia è sostenibile"

  • “Maxi-riciclaggio da 2mila miliardi”. Trema il settore bancario: coinvolti tre istituti europei

  • “Salvini marionetta di Putin”, l'alleato di Berlusconi attacca la Lega

  • L'Irlanda mette in quarantena chi arriva dall'Italia

  • Ryanar taglia il 40% dei voli a ottobre e accusa i governi Ue: "Cattiva gestione della crisi Covid"

  • Nuovi lockdown a Madrid, a Marsiglia terapie intensive piene. In Ue avanza la seconda ondata

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
EuropaToday è in caricamento