rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
L'incidente / Regno Unito

Si ferisce per scappare da bulli razzisti, amputato dito a bimbo di 11 anni

È accaduto in Galles, il piccolo aveva più volte detto che alcuni compagni erano stati “cattivi” con lui, fino al tragico incidente. Grazie a raccolta di fondi potrà comprare una protesi personalizzata

Stava scappando dai dei bulli razzisti che volevano picchiarlo, e nel tentativo di sfuggire alla loro violenza è rimasto ferito su una recisione, una ferita tanto grave che i medici hanno poi dovuto amputargli un dito. È accaduto in Galler, nel Regno Unito, al piccolo Raheem Bailey di 11 anni.

Come riporta WalesOnline la madre del bambino, Shantal Bailey, ha denunciato che suo figlio ha iniziato a subire abusi razziali e fisici dall'inizio di settembre 2021, ma che non si era resa nemmeno lei conto di quanto grave fosse la situazione, vistoil piccolo tendeva a non raccontare cosa gli accadeva, forse per paura o per vergogna. "Di recente aveva menzionato alcuni episodi di persone che erano state 'cattive con lui', ma non mi sono resa conto della portata di ciò che stava passando fino all'incidente avvenuto questa settimana", ha detto.

"Durante la pausa, Raheem è stato aggredito e picchiato da un gruppo di bambini mentre era a scuola. È stato spinto a terra e poi ripetutamente preso a calci. Ha fatto un disperato tentativo di lasciare il cortile della scuola per scappare ma si è ferito a un dito”, ha raccontato la donna. La scuola le ha detto che l'ambulanza non sarebbe arrivata prima di due ore, e quindi ha portato lei stessa Raheem al pronto soccorso. "Abbiamo trascorso le successive cinque ore in attesa che un'ambulanza ci trasferisse nel luogo in cui sarebbe stato operato, a Swansea, a 50 miglia da casa e dalla scuola. Con il passare del tempo, è diventato più evidente che la possibilità che mio figlio perdesse il dito era reale. I medici hanno poi confermato che era probabile. Ho dovuto spiegarglielo mentre era seduto lì in agonia",ha spiegato la donna.

Raheem ha dovuto subire sei ore di intervento chirurgico per cercare di salvare il dito ma non c'è stato nulla da fare. "Non abbiamo ancora visto la sua mano perché è tutta fasciata, ma ci vorrà del tempo prima che ci si abitui", ha detto ancora la donna distrutta dal dolore. La notizia ha creato scalpore e indignazione e alla famiglia sono arrivate tantissime donazioni di persone che volevano aiutarla. La signora Bailey ha raccolto oltre 83mila sterline in pochi giorni dopo aver creato una pagina Gofundme con un obiettivo di 10mila per acquistare un dito protesico personalizzato e per sostenere tutti gli altri costi legati alla riabilitazione del bambino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si ferisce per scappare da bulli razzisti, amputato dito a bimbo di 11 anni

Today è in caricamento